Creare un canale video e caricare i contenuti su YouTube

0

Oggi YouTube rappresenta uno dei portali social più apprezzati e seguiti, dove tutti possono pubblicare contenuti video di ogni genere, dalle riprese amatoriali di viaggi o eventi sportivi, alle produzioni di livello professionale, agli spot pubblicitari e alla promozione di un’attività professionale o produttiva.

Tuttavia, per quanto il celebre portale dedicato ai contenuti video raggiunga miliardi di visite ogni giorno, creare un canale interessante e caricare video di ottima qualità, attirando il pubblico, non è per niente facile, come sembrerebbe.

Il sistema ideale per capire come caricare i video su YouTube correttamente è quello di seguire i consigli di VideoTuber: si tratta infatti di un sito nato specificamente per fornire informazioni precise, suggerimenti e istruzioni dettagliate a chiunque desideri realizzare un proprio canale video e mantenerlo aggiornato, con l’intento di raggiungere un vasto pubblico.

Aprire un account su YouTube e iniziare a pubblicare

La procedura di apertura di un canale YouTube è molto semplice, basta disporre di un indirizzo email Google e seguire la procedura indicata, inserendo pochi dati personali e definendo le impostazioni di privacy dei propri contenuti.

Anche l’upload dei video è piuttosto semplice: direttamente dal menù del portale, è sufficiente raggiungere il proprio canale personale e cliccare sul tasto di upload.

Si può dire che la difficoltà maggiore per chi gestisce un canale YouTube sia quella di mantenerlo attivo e aggiornato, di inserire video divertenti e attraenti e di raggiungere i propri obiettivi in fatto di visualizzazioni.

Il primo elemento da considerare è infatti quello della popolarità dei contenuti YouTube: un video realizzato con cura può raggiungere molto rapidamente centinaia di  migliaia di visualizzazioni.

Non è così semplice come può sembrare

Sotto l’aspetto tecnico, pubblicare video su YouTube è molto facile, basta seguire la procedura di upload e stabilire eventuali restrizioni. In base al tipo di contenuti e alle proprie intenzioni, è possibile realizzare video accessibili a tutti o addirittura canali privati, visualizzabili solo su invito dell’amministratore.

La difficoltà sta appunto nel creare un video interessante e piacevole, che induca gli spettatori a visionarlo fino alla fine, e magari a tornare sul canale di riferimento.

Molte persone sono convinte che produrre video sia semplice, che basti una videocamera o uno smartphone per diventare youtuber famosi e seguiti. Certo, può capitare che per qualche evento casuale, qualcuno riprenda un video particolarmente originale, divertente o esclusivo, tanto da divenire virale anche una tecnica perfetta, ma si tratta di casi molto rari.

Investire tempo e prestare attenzione al livello di qualità

Creare e gestire un canale video su YouTube significa investire una parte rilevante del proprio tempo, prima di tutto per la scelta dei contenuti da filmare e pubblicare, poi per la preparazione delle riprese e, successivamente, per il controllo e la post produzione, e infine per l’aggiornamento continuo e per la promozione del proprio canale video, condividendone i contenuti su altre pagine social o con altri metodi.

Non si tratta quindi di un lavoro di poco conto: per ottenere riscontro dai propri video, è importante fornire al pubblico un prodotto professionale e tecnicamente ben curato.