Denise Pipitone, la Procura riapre le indagini: cosa sta accadendo?

0
Denise Pipitone, fonte; screenshot youtube

È tornato al centro dell’attenzione il giallo su Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo l’1settembre nel 2004. Il caso è da sempre avvolto dal mistero, ma dopo gli ultimi avvenimenti la Procura di Marsala ha deciso di riaprire le indagini. Cosa sta accadendo?

RIAPERTO IL CASO DI DENISE – Da quanto appreso da Mediaset.com, la Procura di Marsala ha deciso di riaprire le indagini riguardanti la misteriosa sparizione di Denise Pipitone. Un caso iniziato nel 2004, anno della scomparsa, che ha portato a svariate domande rimaste senza delle risposte.

Tra le persone che recentemente hanno deciso di tornare a parlare del caso, c’è stata anche Maria Angioni, l’ex Pm e ora giudice di Sassari. La donna ha infatti ammesso di aver avuto il sospetto di fughe di notizie sull’inchiesta e che le persone intercettate fossero a conoscenza di aver i telefoni sotto controllo.

La Angioini ne ha parlato lo scorso 7 aprile, intervenendo al programma televisivo “Ore 14”, condotto dal giornalista e presentatore Milo Infante. Le rivelazioni del magistrato hanno portato a galla nuovi e inaspettati dettagli:

“Abbiamo avuto grossi problemi. Abbiamo capito che dopo tre giorni tutte le persone sottoposte a intercettazioni già sapevano di essere sotto controllo. A un certo punto, quando ho avuto la direzione delle indagini, ho fatto finta di smettere di intercettare e poi ho ripreso da capo con forze di polizia diverse, nel disperato tentativo di salvare il salvabile”.