Ecco cosa è stato somministrato ad Emmanuel Badu in Udinese-Napoli

0

Chi ha seguito nella giornata di ieri la diretta del match tra Udinese e Napoli, concluso con la vittoria dei friulani per 3-1 e lasciando cosi i partenopei a sei punti dalla Juventus, avrà notato che al cinquantacinquesimo il calciatore bianconero Emmanuel Badu ha ricevuto un’iniezione orale dal medico sociale della squadra allenata da Gigi De Canio, il dott. Fabio Tenore. Secondo fonti ufficiali, infatti, si tratterebbe di un semplice dolorifico somministrato a causa di un duro colpo subito qualche minuto prima dal giocatore dell’Udinese e che ha portato alla momentanea interruzione della gara. Sebbene tale trattamento sia consentito dai regolamenti FIGC, sulla pagina Facebook Movimento Neoborbonico, al centrocampista ghanese sarebbe stata data una sostanza proibita, sostenendo addirittura che i calciatori dell’Udinese siano dopati, perché – citando uno dei commenti apparsi in questa pagina – “sono troppi i casi di squadre morte e risuscitate contro il Napoli”.

La somministrazione di farmaci tramite iniezione a gara in corso non è nuova. Citiamo un episodio accaduto nella finale del Mondiale 2006, quella che ha visto trionfare la nostra nazionale contro la Francia: in quella partita a Thierry Henry è stata somministrata una cura di sali minerali dopo un contrasto con Fabio Cannavaro.