El Shaarawy, voglia di Roma: il Faraone pronto a ridursi l’ingaggio per tornare in giallorosso

El Shaarawy è disposto a rinunciare ad un ingaggio faraonico pur di tornare nella capitale

0
Italia Stephan El Shaarawy
Stephan El Shaarawy con a maglia della nazionale italiana. Fonte: Wikipedia

Stephan El Shaarawy farebbe carte false per tornare alla Roma e il club capitolino sta riflettendo sull’opportunità di riportarlo nella capitale. Il Faraone nella scorsa estate si è trasferito allo Shanghai Shenua, in cui ha segnato 4 gol in 13 partite, ma il filo con la Roma non si è mai spezzato.

NUMERI – In giallorosso l’attaccante ha trovato la sua consacrazione, rivelandosi uno dei trascinatori della passata stagione. Dal suo approdo a Roma nel gennaio 2016, l’ex Milan ha collezionato 40 gol in 139 partite. Numeri importanti che ne fanno una delle ali più prolifiche dei giallorossi negli ultimi anni.

VANTAGGI – Il ritorno nella capitale permetterebbe alla Roma di ritrovare un giocatore nel pieno della maturità (è un classe 92′) che vede spesso e volentieri la porta, caratteristica che attualmente manca nell’attacco di Fonseca, aggrappato alla vena realizzativa del solo Dzeko.

NAZIONALE – Il Faraone inoltre tornando in Europa potrebbe rientrare nuovamente nel giro della Nazionale di Roberto Mancini e avere un’opportunità importante di rientrare tra i convocati per l’Europeo, rinviato a giugno 2021.

INGAGGIO – Il problema principale è rappresentato dallo stipendio da oltre 14 milioni di euro netti a stagione per tre anni. Un ingaggio del genere la Roma non può certo permetterselo. Stando però a quanto riporta La Gazzetta dello Sport, pur di tornare nella capitale El Shaarawy sarebbe disposto ad accettare un triennale da 2,5 milioni di euro l’anno. Per lo Shanghai tale operazione rappresenterebbe un risparmio di 28 milioni netti.