Eros Ramazzotti racconta il ”no” detto a Monica Bellucci

0
Fonte: Wikipedia

Eros Ramazzotti è uno degli artisti più acclamati del mondo della musica italiana. Oggi, a 57 anni, è stato intervistato dal Corriere e Radio Italia. Gli hanno dedicato l’Artista Day, iniziativa che ogni due martedì celebra coloro che vivono col mondo della musica. Il cantante ha rilasciato l’intervista, confessando numerosi retroscena della sua vita, dalla Grecia, dove sta trascorrendo la sua vacanza estiva.

EROS RAMAZZOTTI, L’INTERVISTA E LA SUA INFANZIA – Il celebre cantante italiano, ha parlato della sua infanzia, in particolare quando aveva 4-5 anni. Ha infatti confessato che la  “musica era in casa: papà cantava e anche il nonno, che non ho mai conosciuto, era musicista”. Ha parlato poi della madre una ”calabrese doc”, parlando anche della sua scomparsa che è stata profondamente dolorosa. “È stata dura perché purtroppo non potevo essere lì con lei. Quando era in vita me la sono goduta”.

LA FINALE DEGLI EUROPEI: I CALCIATORI HANNO CANTANTO LA SUA CANZONE IN MACCHINA – Quest’anno l’Italia ha trionfato nel mondo della musica, infatti i Maneskin hanno vinto l’Eurovision song contest e Eros Ramazzotti ha dichiarato di essere stato molto felice per questo. Anche il mondo del calcio però ha avuto la sua rivincita e infatti l’Italia ha vinto il campionato europeo. Nel pullman i calciatori hanno cantato una delle sue canzoni più famose, ”Più bella cosa”, queste sono state infatti le sue parole al riguardo: “Che bella sensazione. Ho visto la finale in Grecia con amici italiani e polacchi. Una gioia dopo tanta sofferenza, e non intendo solo quella della tensione di una partita cominciata male. Complimenti anche a Berrettini per la finale di Wimbledon” .

E poi ha anche dato dei consigli ai Maneskin per la loro vittoria:  “Consiglio di rimanere umili. E ora speriamo che le cose vadano bene in tutti i sensi, non solo nello sport e nella musica”. Parole prezione di un professionista che ha messo sempre il cuore in tutto ciò che fa. “Cuore e testa sono ancora lì dove sono nato, ha spiegato l’artista.  Ha poi proseguito aggiungendo: ”Non ho mai pensato “sono il numero 1”. Però ricordo con piacere i racconti di viaggio estremi del mio manager Roberto Galanti: una volta tornò dalle montagne intorno a Teheran e mi disse che anche lì aveva sentito le mie canzoni”.

EROS RAMAZZOTTI E QUEL ”NO” DETTO A MONICA BELLUCCI – Stando al suo racconto, negli anni ’90 Clive Davis, uno dei discografici più noti della storia della musica nel mondo, lo fece andare a New York per permettergli di partecipare al panorama musicale degli States. Eros però rifiutò l’invito, pur ringraziandolo. “Avevo bisogno di stare in famiglia con Michelle, Aurora stava per arrivare… Gli direi ancora no. Non sono uno che cerca il successo”. Infine ha confessato di aver detto di ”no” a una delle donne più belle del mondo, ossia Monica Bellucci. “Era un momento in cui sia lei che io eravamo liberi. È rimasto un bel ricordo”.