F1, Australia: Hamilton domina le prime libere sotto la pioggia, la Ferrari ancora dietro

0

La pioggia ed il forte vento hanno condizionato entrambe le sessioni di prove libere del venerdì del Gran Premio d’Australia, primo appuntamento di questa stagione. In pista si è girato davvero molto poco e per lo più con le mescole da bagnato, quelle che domenica non si useranno poiché è previsto bel tempo, per cui non è ancora chiaro quali siano i reali valori delle vetture. Il campione del mondo Lewis Hamilton, su Mercedes, ha fatto registrare il miglior tempo in entrambe le sessioni con 1’29”7 e 1’13”8. Nico Rosberg, invece, ha messo presto fine alle sue prove, perdendo il controllo della sua monoposto alla curva 7 e danneggiando l’ala anteriore nell’impatto contro il muretto. La Ferrari è dietro, Vettel non ha forzato, forse condizionato dalle condizioni atmosferiche, ed ha stabilito solo l’ottavo tempo, concludendo il suo miglior giro in 1’40”7 e dopo che aveva chiuso la prima sessione senza tempi cronometrati, mentre Raikkonen è andato decisamente meglio, terminando la FP2 con il terzo tempo (1’39”486) dietro alla Force India di Hulkenberg che ha girato in 1’39”308.

Al termine delle prove libere, i due ferraristi si sono così espressi in una intervista rilasciata a Sky.

Vettel: “Non credo sia una giornata completamente persa, abbiamo fatto qualche giro ma, in ottica gara, è stata una giornata persa. Alla fine siamo riusciti a fare qualche controllo per vedere se la macchina si sta comportando bene. Tutti noi piloti aspettavamo questa giornata, ma ora dobbiamo sperare di poter fare una buona sessione domattina. Le previsioni meteo non sono molto positive, speriamo di trovare un po’ di sole e condizioni costanti”.

Raikkonen: “Oggi le condizioni erano difficili per tutti, ma è stata la prima volta che abbiamo guidato la macchina con la pioggia ed è andata bene. Abbiamo fatto solo qualche giro tranquillo, peccato non aver potuto guidare in condizioni adeguate. Speriamo di correre su pista asciutta per trovare l’assetto giusto”. E sulle nuove qualifiche aggiunge: “Non mi aspetto molto, vediamo come si svolgeranno le cose, sarà la prima volta e per molti potrebbe essere insidiosa, noi speriamo di non fare errori”.