Getafe, chi è l’avversario dell’Inter del prossimo turno di Europa League?

0
Getafe

Dalle 13 si è ormai definito il tabellone delle rimanenti sedici squadre ancora in lizza per contendersi la vittoria dell’Europa League. All’Inter sono toccati in sorte gli spagnoli del Getafe, una delle più recenti società sportive dell’area metropolitana di Madrid. Per alcuni è una vera manna caduta dal cielo ma in tanti sembrano temere la compagine iberica anche alla luce dei risultati ottenuti in stagione.

Identikit del Getafe, prossimo avversario dell’Inter

Il Getafe Club de Futbol nasce nel 1946 come espressione di un quartiere della capitale spagnola. La squadra ha il difficile compito di interfacciarsi con diverse realtà sportive e di tifo ben più popolose e con risorse economiche nemmeno minimamente paragonabili alle proprie. Basti pensare che ancora oggi la squadra scende in campo allo stadio Coliseum Alfonso Perez dalla capienza massima di 17 mila persone. Il fatturato e l’esiguità del seguito ne segna il perdurare nelle serie minori della Liga almeno fino al 2004. Da quell’anno e per 12 stagioni il Getafe riesce a ritagliarsi una propria nicchia all’interno del dorato mondo della Primera Division spagnola.

Nel 2007 riesce a qualificarsi per la Coppa Uefa, arrivando inaspettatamente ai quarti di finale sotto la guida del danese Laudrup, finendo la sua corsa contro il Bayern Monaco a margine di due pareggi che però condannarono gli spagnoli soltanto per la regola dei gol fuori casa. Da quell’esperienza il Getafe inizio a riscuotere sempre più successo diventando una delle cenerentole d’Europa con più credito in patria come all’estero.

Un solo anno passato in “Secunda” e nel 2017 il Getafe ritorna in Liga con un progetto improntato sui giovani e sugli spagnoli. Attualmente, infatti ben 10 tesserati del club su 27 sono cittadini iberici, il che la dice lunga sulla mentalità di squadra e dirigenza.

Arrivano a sfidare l’Inter dopo uno spettacolare sedicesimo di finale che li ha visti contrapposti ai lancieri dell’Ajax. La pessima gara di andata dei ragazzi terribili di Ten Hag, persa in Spagna per 2-0 ha poi aperto all’approdo agli ottavi con una gara di grande sostanza anche in Olanda. Ed ora toccherà all’Inter fermare la cavalcata dei “Los Azulones” e fare i conti con il bomber Jorge Molina e soci. I pronostici sono dalla parte dei nerazzurri ma i match sono ancora tutti da giocare.