Gli scandali del 2017: il bilancio dell’anno che finisce

0
harvey-weinstein
Harvey Weinstein, fonte wikimedia commons

Un anno di rivelazione. Questo è stato il 2017. Molti scandali si sono susseguiti, soprattutto negli ultimi mesi. Il protagonista indiscusso è sicuramente Harvey Weinstein.

Il caso Weinstein da mesi monopolizza le cronache, ma gli scandali sessuali a Hollywood non sono mancati in questi mesi. Le donne che siano attrici o normali segretarie hanno dato voce a un movimento #MeToo che ha dato coraggio a molte vittime.

Harvey Weistein, è stato il principale mostro di questo anno che si è concluso. Ma non il solo. La cronaca mondiale ha posto i riflettori anche su altri personaggi noti dello spettacolo.

Kevin Spacey. L’attore premio Oscar per I soliti sospetti e American Beauty è stato accusato di molestie da molti uomini. A queste accuse, Spacey ha reagito con un coming out, che però non è riuscito a distogliere l’attenzione dallo scandalo.

L’attore è stato licenziato da House of Cards. Inoltre, Spacey è stato estromesso dal cast del film Tutti i soldi del mondo.

Ma all’appello si è giunto anche Ed Westwick. L’attore conosciuto principalmente per il ruolo di Chuck Bass in Gossip Girl.

L’ex protagonista della serie tv è stato accusato di stupro. Kristina Cohen è stata la prima a denunciare, poi è seguita Aurélie Wynn. Alle due attrici si è aggiunta anche Rachel Eck. Tutte e tre le donne denunciano fatti accaduti nel 2014.

Westwick ha negato qualsiasi accusa. Intanto la polizia di Los Angeles ha aperto un’inchiesta sulla vicenda. La BBC ha deciso di non mandare in onda la miniserie Le due verità, ispirata al romanzo di Agatha Christie, di cui Ed era protagonista.

Ai vari scandali che si sono susseguiti, ha fatto scalpore anche quello di Allison Mack. L’ex protagonista di Smallville è infatti finita nell’occhio del ciclone con l’accusa di essere alla guida di una setta a sfondo sessuale.

In questa setta, le donne venivano trattate come schiave e venivano marchiate a fuoco. Le malcapitate erano costrette al digiuno e alla completa obbedienza nei confronti del loro padrone. Pare che la Mack avesse il compito di arruolare donne. Tuttavia, Allison non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione.

E al centro della cronaca italiana, invece ci è finito Fausto Brizzi. Diverse attrici, in un servizio trasmesso dalle Iene, hanno accusato il regista di averle molestate sessualmente. Molte delle attrici hanno deciso di restare anonime: una donna, che ha parlato con il volto coperto e la voce camuffata, ha accusato Brizzi di averla stuprata.

Dopo le attrici a scendere in campo è stata anche Rossella Izzo. Doppiatrice e direttrice di “Actor’s Planet”. Al settimanale Grazia ha raccontato di aver dovuto sospendere la collaborazione di Fausto Brizzi con la scuola perché avrebbe molestato le studentesse. La Warner Bros ha deciso di cancellare dal trailer del film ‘Poveri ma ricchissimi’, il nome di Fausto Brizzi.