Inter, Handanovic pronto al rientro: finalmente in campo contro la Juventus

0
Handanovic
Samir Handanovic, portiere dell'inter dal 2012. Foto fonte Wikimedia Commons

L’infortunio di Samir Handanovic continua a preoccupare i tanti tifosi nerazzurri che si chiedono quando il loro capitano potrà tornare a difendere la porta nerazzurra in futuro. Il portierone sloveno, indisponibile a causa di una frattura al mignolo della mano destra dal due di febbraio, potrà presto ritrovare il campo già nei prossimi giorni. La notizia ha piacevolmente sorpreso gli addetti ai lavori e i supporters che hanno vissuto giorni tutt’altro che semplici durante la sua assenza.

Handanovic rientra per la gara contro la Juventus

Le condizioni dell’estremo difensore finalmente migliorano e le funzionalità della mano stanno tornando alla normalità. E’ d’obbligo quindi pensare che il suo rientro tra le fila della squadra di mister Conte sia ormai prossimo. I sanitari nerazzurri sono ancora indecisi su quale sia la data giusta per il suo ritorno ma tutto fa pensare che il giorno cerchiato in rosso sia la sfida clou dei domenica primo marzo contro la Juventus.

Niente Europa, dunque, per Handanovic che, come nelle settimane precedenti seguirà i compagni dalla panchina nella importante trasferta di Europa League il prossimo 27 febbraio. In quell’occasione sarà ancora Daniele Padelli a difendere la porta nerazzurra dalle ostilità dei bulgari che proveranno a ribaltare il risultato di San Siro.

L’assenza di Handanovic ha però messo di nuovo a nudo quelle vecchie questioni riguardo a chi ne potrà mai raccogliere l’eredità nel prossimo futuro. L’Inter ha in serbo di rinnovare il suo contratto fino a giugno 2023 ma l’obbligo di trovare nuovi profili in grado di non farlo rimpiangere troppo è categorico.

Al momento i giovani presenti in Primavera non sembrano ancora mostrare quella maturità necessaria per il grande salto in prima squadra. Radu, autore l’anno scorso di una buona stagione in Liguria, al Parma sembra non riuscire a ripetersi con la stessa efficacia. Stankovic, figlio d’arte di Dejan, non da ancora le giuste garanzie allo staff tecnico nerazzurro. E’ sempre più probabile, quindi, che da qui al prossimo primo luglio all’Inter ci si interroghi anche sul futuro di questo ruolo e i nomi da cui ripartire certo non mancheranno.