martedì, Aprile 16, 2024
HomeSportCalcioInter, senti Cancelo: " City Top, ma dopo c'è l'Inter..."

Inter, senti Cancelo: ” City Top, ma dopo c’è l’Inter…”

Joao Cancelo, terzino destro di talento e carisma, ha attraversato le frontiere del calcio europeo, lasciando un’impronta indelebile in Italia prima di giungere al Barcellona, attualmente in prestito dal Manchester City di Pep Guardiola. Il suo cammino calcistico è stato un viaggio di sfide e trionfi, costellato da esperienze indimenticabili.

Nato il 27 maggio 1994 a Barreiro, in Portogallo, Cancelo ha mosso i suoi primi passi nel calcio professionistico con l’Accademia del Benfica, dimostrando precocemente il suo talento e la sua versatilità sul terreno di gioco. Tuttavia, è stata la sua esperienza in Italia a lanciare definitivamente la sua carriera calcistica.

L’avventura italiana di Joao Cancelo ebbe inizio nella stagione 2017-2018, quando fece parte dell’Inter sotto la guida di Luciano Spalletti, dando un significativo contributo ai nerazzurri per ottenere la qualificazione in Champions, che mancava da anni. Successivamente, nella stagione 2018-2019, Joao Cancelo si trasferì alla Juventus, guidata da Massimiliano Allegri. La sua esperienza con la Vecchia Signora contribuì a consolidare ulteriormente la sua reputazione come terzino di classe mondiale, con cui vinse anche un titolo nazionale. Il portoghese poi fu dato al City, in un’operazione che vide arrivare Danilo in bianconero.

In un’intervista esclusiva rilasciata alla Gazzetta dello Sport, in vista della partita di Champions League contro il Napoli, Cancelo ha condiviso riflessioni significative sul suo percorso. In particolare ha voluto sottolineare l’importanza di queste esperienze italiane, con riferimenti affettuosi alla sua permanenza sia all’Inter che alla Juventus. Il portoghese ha mostrato gratitudine per i momenti trascorsi nel calcio italiano, riconoscendo il calore e l’accoglienza dei tifosi e dei compagni di squadra.

“Ho ricordi magnifici dell’Italia, in campo e fuori. So che i tifosi dell’Inter non hanno gradito il mio passaggio alla Juventus, e mi dispiace perché a Milano ho fatto tanti amici. A livello umano l’Italia è il Paese più simile al Portogallo che ho incontrato nel mio tour europeo, mi ha fatto veramente piacere passare da lì.”

In particolare, il classe 94′, si è soffermato sull’Inter, e di come la squadra di Inzaghi abbia raggiunto una certa importanza e rispetto a livello europeo:

“Atletico-Inter? Mah, molto difficile. Due squadre simili nel modo di giocare, mi aspetto un partidazo molto fisico tra due grandi squadre. Non so, può succedere di tutto anche se l’Inter vince sempre e ha in mano lo scudetto. In questo momento è al top, seconda solo al Manchester City. Per me la squadra di Guardiola è la favorita per la vittoria, per rosa, forma di giocare e allenatore. È l’unica squadra che ha vinto 8 partite su 8, hanno tutto per fare il bis. Ma dopo il City oggi c’è l’Inter”. 

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME