La Roma non rispetta un paletto del Fair Play Finanziario: ecco ora cosa succederà

0
Logo As Roma
Logo As Roma

La Roma nella giornata di ieri ha pubblicato la Relazione Finanziaria Annuale relativa alla chiusura di bilancio al giugno 2017, comunicando di non aver rispettato uno dei paletti imposti dal Fair Play Finanziario e le relative conseguenze. Ecco il contenuto del documento:

 “I risultati economici dell’esercizio sono influenzati dalla partecipazione della Prima Squadra alle diverse competizioni e, in particolare, alla UEFA Europa League e alla più redditizia UEFA Champions League, nonché dalla performance che la stessa ottiene in tali competizioni; pertanto, la mancata qualificazione alle competizioni europee comporta effetti negativi significativi sulla crescita economica e sull’andamento patrimoniale e finanziario. Nel mese di aprile 2017 la Camera Investigativa dell’Organo di Controllo Finanziario per Club della UEFA (CFCB) ha reso noto che l’AS Roma ha rispettato gli obiettivi fissati per la stagione 2016/17 previsti nell’Accordo transattivo sottoscritto con l’UEFA l’8 maggio 2015. Tuttavia, nel rispetto di quanto previsto nell’Accordo stesso, il regime transattivo sarà applicato anche per la stagione 2017/18 e prevede l’impegno a raggiungere il Pareggio di Bilancio per il periodo di monitoraggio costituito dagli esercizi 2014/15, 2015/16 e 2016/17. A tale riguardo, si segnala che il Risultato economico conseguito al 30 giugno 2017, unitamente ai Risultati dei due precedenti esercizi, si presenterà, per questo solo parametro, oltre la soglia prevista dall’Accordo transattivo. Pertanto, la Società sarà presumibilmente soggetta all’invio all’UEFA di maggiori informazioni economico-finanziarie e, successivamente, il CFCB potrà richiedere eventuali chiarimenti per le valutazioni del caso. Non essendo predeterminata una automatica applicazione di una sanzione a fronte di questo tipo di violazione, e a maggior ragione quale tipo di sanzione, non è oggi prevedibile quale decisione potrà essere assunta dal CFCB alla conclusione degli eventuali approfondimenti sopra descritti“.