martedì, Luglio 16, 2024
HomeSportCalcioLa Salernitana sale in A ma il riscatto di Tutino è in...

La Salernitana sale in A ma il riscatto di Tutino è in dubbio: manca una condizione fondamentale

La Salernitana, appena promossa in A dopo 22 anni, potrebbe perdere il suo attaccante di punta Gennaro Tutino. A far fallire il riscatto sarebbe l'obiettivo dei 15 gol stagioni mancati dal bomber partenopeo.

La Salernitana di Lotito piega il Pescara nella trentottesima giornata di Serie B e sarà di fatto la seconda squadra campana nel massimo campionato italiano la prossima stagione. Un risultato eccezionale che arriva a 22 anni dall’ultima apparizione dei granata in Serie A e che potrebbe riguardare indirettamente anche le casse del Napoli grazie alle modalità di riscatto fissate per Gennaro Tutino.

Il giocatore di proprietà del Napoli è infatti in prestito a Salerno dallo scorso 25 settembre. Una stagione esaltante quella del ventiquattrenne partenopeo che ha trovato in provincia l’ambiente giusto per maturare e diventare determinante per i suoi. Mister Castori è riuscito a far fruttare le doti del centravanti portandolo a finire sul ruolino dei marcatori in 13 occasioni in stagione.

Nonostante la promozione però il riscatto di Tutino potrebbe saltare per una condizione purtroppo non rispettata. L’attaccante, infatti, si sarebbe unito definitivamente alla squadra di Lotito qualora, oltre alla Serie A fossero arrivati almeno 15 realizzazioni durante il campionato. Vincolo non raggiunto e che ora potrebbe far sfumare un riscatto da 5 milioni di euro in favore del Napoli.

Eppure il classe’96 ce l’ha davvero messa tutta per ripagare la fiducia della Salernitana di Castori. Anche nell’ultima gara contro il Pescara il giocatore partenopeo è riuscito a dire la sua firmando il gol dello 0-3 all’81esimo minuto. Prodezza che, stando a quanto pattuito non permetterà la sua cessione definitiva ai granata.

A questo punto però Salernitana e Napoli potrebbero decidere di dar comunque atto all’affare consentendo agli azzurri di incamerare i cinque milioni di euro della clausola di riscatto. Una scelta utile ad entrambi i club. In caso contrario il bomber dovrà ripresentarsi a Castelvolturno in estate dove il suo posto è tutt’altro che garantito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME