L’Inter che verrà: chi parte, chi resta, chi arriverà in estate

0
Castrovilli
Beppe Marotta e Antonio Conte, a.d e allenatore dell'Inter. Fonte Youtube

Il momento è cruciale. Dalla prossima stagione, infatti, si capirà davvero che ruolo vorrà intraprendere l’Inter nel panorama calcistico nazionale ed europeo. L’anno di “rodaggio” di Conte sta volgendo al termine e se non sarà trionfo alla prima stagione allora bisognerà fare di tutto affinchè il prossimo anno dovrà essere all’insegna dei nerazzurri. Le basi ci sono tutte. Tecnico e staff dirigenziale hanno operato bene ma bisogna ammettere che in più di un’occasione sono stati gli eventi a prendere il sopravvento sulla programmazione.

Il reparto difensivo subirà discreti interventi durante il prossimo calciomercato. Handanovic tornerà a riprendesi presto il ruolo che gli compete così come la terna di centrali davanti a lui. Sugli esterni Young e Moses sono stati ingaggiati in piena emergenza. Conte continuerà a fare affidamento su di loro ma solo come sostituti. Marotta avrà un gran da fare per colmare queste lacune.

Il pacchetto di centrocampo è folto e ben assortito. Si lavorerà soprattutto in ottica futura e per sostituire chi, probabilmente, andrà via. E’ il caso di Chong, diciannovenne del Manchester United, e Vecino che in estate firmerà per il Chelsea. Tutta da valutare la situazione di Gagliardini. L’ex atalantino vorrebbe rimanere all’Inter ma allo stesso tempo vorrebbe scendere in campo con maggiore frequenza. Se Conte continuerà a ritenerlo solo un rimpiazzo si deciderà, insieme ai suoi agenti, per il meglio di giocatore e squadra.

Sugli esterni d’attacco Candreva e Asamoah sono i punti da cui ripartire. La cura Conte per l’ex Lazio ha fatto davvero bene e le sue ultime apparizioni lasciano intendere che tra giocatore e tecnico ci sia molta fiducia. Situazione ben diversa per il ghanese. Il lungo stop ne ha pregiudicato l’impiego finora. Conte non vuole privarsene per la sua immensa poliedricità che gli permette di fare l’esterno o la mezzala a secondo delle necessità.

In attacco la situazione è la più fluida di tutte. Se per Lukaku non c’è alcuna possibilità di vederlo altrove se non all’Inter, la situazione pare ben diversa per Lautaro Martinez al centro di trame di mercato che lo spingono verso la Spagna. Qualora dovesse essere addio, allora  urgerebbe trovare presto un profilo di goleador che non lo faccia rimpiangere troppo. Griezmann, Cavani e Timo Werner sono tra i profili più papabili.