Michu, probabilmente il più grande flop degli ultimi 10 anni del Napoli

0
Tifosi allo stadio, Riapertura degli stadi
Stadio San Paolo, Fonte Wikipedia

Come la maggior parte delle squadre di calcio, ovviamente anche il Napoli nel corso dei suoi anni ha acquistato calciatori che poi hanno deluso le aspettative e si sono rivelati veri e propri flop. ‘Bidoni’ si dice in gergo calcistico in maniera non molto elegante.

Fare una classifica dei flop del Napoli non è facile; provandoci però, ed analizzando un arco temporale di 10 anni, le prime posizioni sarebbero con ogni probabilità occupate da Edu Vargas e Miguel Perez Cuesta, noto ai più come Michu.

Per Vargas ci troviamo in un contesto più particolare, con il Napoli di Mazzarri che comunque non poteva vantare di una rosa top e con l’attaccante cileno che si trasformava in positivo con la sua nazionale. Tutto sommato Turboman fece sì male, quantomeno però non fece danni.

Lo stesso non si può dire di Michu. Leggendo il suo nome infatti, tutti i tifosi del Napoli viaggeranno con la mente e giungeranno al fatidico 19 agosto 2014. L’andata dei preliminari di Champions League contro l’Athletic Bilbao, all’inizio del secondo anno di Benitez sulla panchina azzurra.

Minuto 78, Michu entra e prende il posto di Hamsik. Pochissimi minuti più tardi lo spagnolo ha l’occasione del gol vittoria. Palla sui piedi all’altezza del dischetto, a tu per tu con il portiere. Lì succede l’inspiegabile. L’attaccante spagnolo infatti decide di passarla incredibilmente a Callejon, in posizione molto più defilata.

Occasione colossale buttata e partita che finisce sull’1-1. Al ritorno, in terra basca, il Napoli perde 3-1 e non si qualifica quindi ai gironi di Champions League. Da quell’episodio, inizia la parabola discendente di Michu che scompare a poco a poco dai radar del Napoli, tanto da non venir riscattato dalla società azzurra.