Napoli, bomba contro l’ingresso della storica pizzeria Sorbillo. Il titolare: “Andiamo avanti, dobbiamo restare uniti”.

0
Foto da profilo Facebook di Gino Sorbillo

Terrore nel cuore del centro storico di Napoli, quando la scorsa notte una bomba è esplosa davanti all’ingresso della storica pizzeria Sorbillo. Tanta paura ma nessun ferito né danni, fatta eccezione per l’ingresso della rinomata attività. Due porte blindate, poste al di là dell’ingresso, hanno attutito il colpo ed evitato che il guardiano notturno rimanesse ferito.

E’ stato il titolare Gino Sorbillo ad annunciare sul proprio profilo Facebook che “la pizzeria è chiusa per bomba“, rassicurando al tempo stesso i clienti sull’intenzione di riaprire al più presto. Cinque anni fa la stessa pizzeria fu incendiata.

Mi scuso con tutta la Napoli buona e l’Italia buona“, scrive Sorbillo, “certi avvenimenti così forti ed eclatanti fanno cadere le braccia e demoralizzano la società. Sono stato nell’Arma dei Carabinieri e ho scelto di fare il pizzaiolo perché amo troppo la mia città e la amerò per sempre. La Napoli sana è sempre nel mio cuore“.

Il 17 gennaio in tutte le pizzerie della città ci saranno i festeggiamenti per la Giornata del pizzaiolo in onore del santo protettore del pizzaiolo, Sant’Antonio Abate“, aggiunge Sorbillo. “Centinaia di locali serviranno una pizza speciale ai propri clienti e sarà questa per me l’occasione per ricordare a tutti i pizzaioli della città che dobbiamo essere sempre uniti. Andiamo avanti“.