Napoli, De Laurentiis si rimangia la parola data a Maksimovic: sarà addio in estate

0
Maksimovic
Fonte: Di Елена Рыбакова - soccer.ru, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=67165212

Svelato finalmente il motivo che sancirà il definitivo addio di Nikola Maksimovic la prossima estate alla società partenopea. Per il difensore serbo non è in programma alcun incontro con la dirigenza del Napoli e così, dopo quattro anni (due in prestito tra Torino e Spartak Mosca) finirà il connubio che tanta fortuna ha portato finora alla causa azzurra. Al centro del misfatto il mancato rinnovo promesso fin dalla fine della scorsa stagione.

Parola non mantenuta, dunque, da parte di De Laurentiis che nel giro di qualche mese ha completamente cambiato idea sul centrale difensivo. Una decisione che ha fatto andare su tutte le furie Maksimovic, soprattutto alla luce dei tanti no rifilati a diversi top club proprio per mantenere fede all’accordo stretto col club partenopeo.

A svelare l’intrigo ci ha pensato la direttrice del portale calciomercato.it, Eleonora Trotta che ai microfoni di Radio CRC dichiara: “Il difensore serbo aveva un accordo con il Napoli nel periodo precedente al lockdown. Le parti avevano raggiunto un’intesa per il rinnovo di contratto a certe cifre, ma dopo il lockdown stesso il club partenopeo ha cercato di cambiare le carte in tavola, rivedendo a ribasso la propria offerta”. 

Sempre secondo la Trotta: “Maksimovic ci è rimasto male, perché sperava che la dirigenza potesse mantenere la promessa: ma così non è stato, dal momento cheAurelio De Laurentiis ha fatto un passo indietro e disatteso le aspettative del calciatore, che inevitabilmente si è arrabbiato. Da allora, l’ex Toro ha ricevuto offerte importanti dalla Premier, ma è comunque rimasto in Campania per tutta una serie di motivi. Così facendo, però, si è creata una rottura tra le parti. Al momento, non c’è più intesa. Il giocatore ha una forza contrattuale importante e sa di avere ancora offerte di primissima fascia in Italia e all’estero”.

Cosa succederà da qui in avanti? Il Napoli ha soltanto due strade da percorrere. La prima è invogliare il giocatore con una cessione last minute, magari anche a cifre di saldo, riconoscendogli una piccola buonuscita. La seconda è vedere proprio il difensore salutare la truppa di Gattuso il prossimo 30 giugno ma con la possibilità di accordarsi già da adesso con un nuovo club con la non invidiabile prospettiva di avere in rosa un giocatore svogliato e con la testa lontana dal Napoli per i rimanenti cinque mesi.