Napoli, è rottura tra Gattuso e società: tutta colpa di due rinnovi che non arriveranno

0
Gennaro Gattuso, Foto dal suo Profilo Instagram
Gennaro Gattuso, Foto dal suo Profilo Instagram

Le voci di un imminente divorzio tra Gattuso e il Napoli si rincorrono ormai veloci da diverse settimane. Alcuni farebbero risalire le origini della frattura ad netto calo delle performance del gruppo, altri ai risultati che, nonostante un gioco all’apparenza brillante, faticano ad arrivare. Eppure sembra proprio che le vere cause che porterebbero al divorzio siano tutte da ricercare in una richiesta del tecnico che è rimasta disattesa dal presidente De Laurentiis.

Finora il rapporto tra coach e proprietà non aveva mai dato segni di logorio. Gattuso sembrava riscuotere il pieno appoggio del patron azzurro tanto da non aver mai ricevuto alcun impedimento anche in sede di mercato.

L’arrivo in estate di Bakayoko e Osimhen, oltre alla mancata cessione di Hirving Lozano sono state decisioni prese in totale autonomia dal tecnico calabrese e mai messe in dubbio dalla dirigenza partenopea. Una profusione di fiducia come non se vedevano da tempo Eppure il rapporto tra mister e società pare abbia risentito di  altre richieste portate da Gattuso sul tavolo del ds Giuntoli.

Come scrive areanapoli.it, il tecnico avrebbe, infatti, imposto il rinnovo dei contratti di Maksimovic e Hysaj. I due giocatori, considerati imprescindibili nello scacchiere azzurro, a fine stagione saranno liberi di accasarsi ovunque vogliano. Una perdita considerata eccessiva da Gattuso che invece vorrebbe continuare a lavorare con entrambi.

La richiesta, a differenza di tutte le altre, avrebbe però finito per far imbestialire De Laurentiis che ha come priorità l’abbassamento del monte ingaggi del club. Il produttore cinematografico non ha nessuna intenzione di aumentare lo stipendio dei due giocatori per trattenerli in rosa, prendendo in contropiede Gattuso che ora vede i suoi fedelissimi diminuire drasticamente all’interno dello spogliatoio.