Napoli, Koulibaly ora detta le condizioni per rimanere ma ADL non ci sta!

Koulibaly non vuole più lasciare il Napoli ma pone a condizione della sua fedeltà un rinnovo contrattuale da oltre 6 milioni di euro. La società apprezza ma dice no. Il club non può più permettersi tali stipendi e in estate potrebbe arrivare il definitivo addio.

0
Koulibaly, difensore del Napoli, fonte Di Dariolucky - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46780166
Koulibaly, difensore del Napoli, fonte Di Dariolucky - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46780166

Kalidou Koulibaly ora non è più così sicuro di voler andar via da Napoli. Il difensore senegalese, da tempo considerato ormai prossimo all’uscita dopo sei stagioni in azzurro, ci avrebbe infatti ripensato proponendo al club una soluzione che però non sembrerebbe aver entusiasmato l’ambiente partenopeo. Il giocatore sarebbe pronto a rimanere a fronte di un rinnovo contrattuale da top player continentale.

A parlare della clamorosa news ci ha pensato l’ex procuratore dei fratelli Cannavaro, Enrico Fedele che ai microfoni di Televomero ha così dichiarato: “Non è vero che il senegalese voglia assolutamente lasciare il Napoli, anzi. In basse alle informazioni in mio possesso, posso dirvi che Kalidou Koulibaly vorrebbe restare in Campania. Ma ha posto una condizione alla società: che gli venga prolungato l’attuale contratto”.

Koulibaly attualmente vanta col club un contratto da 6 milioni di euro annui, in assoluto l’ingaggio più costoso dell’intera rosa. La scadenza a giugno 2023 mette, per il momento, al riparo il Napoli da complicati imbarazzi, potendo chiedere per il cartellino dell’ex Genk la cifra desiderata senza temere contrasti con gli agenti del senegalese e strane manovre da parte di altri club.

La condizione dettata da Koulibaly, nonostante la lieta apertura, come detto non avrebbe entusiasmato più di tanto i vertici del club che sono alle prese con una rifondazione della squadra e che soprattutto hanno come obiettivo la forte diminuzione del monte ingaggi al momento stabile sui 105 milioni di euro. Qualora si pensasse ad un rinnovo, dovrebbe arrivare a cifre ben più basse degli attuali 6 milioni.

Sempre secondo Fedele, infatti: “Il Napoli però gli ha fatto sapere che non è nelle condizioni di prolungargli il contratto”. Lo stesso De Laurentiis non più di qualche tempo fa dolorosamente svelò: “Prima o poi sarò costretto a cederlo”. Il problema adesso è capire quanto potrebbe fruttare tale cessione al Napoli. In effetti i 100 milioni rispediti al mittente qualche anno fa sono ormai soltanto un lontano ricordo.