Napoli, la cessione di Lozano farebbe perdere l’80% di tasse risparmiate: il retroscena

0
Lozano
Fonte: Di Дмитрий Садовников - soccer.ru, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=70128137

Dietro il dilemma tra cessione o permanenza di Hirving Lozano a Napoli non vi è solo una questione tecnica. Interessantissimo è infatti il retroscena che ha fatto spuntare quest’oggi il giornalista Raffaele Auriemma tra le pagine del quotidiano sportivo italiano Tuttosport.

Secondo la penna del giornalista, sempre molto vicino alle tematiche azzurre, l’acquisto di Lozano da parte del Napoli, all’inizio della scorsa stagione, avrebbe fatto ottenere al club uno sconto sulle tasse da versare dell’80%, grazie al cosiddetto decreto crescita.

Clausola però di tale beneficio è che il ragazzo messicano rimanga a Napoli per almeno due anni, pena la restituzione delle tasse risparmiate grazie al decreto crescita di cui il club ha usufruito. Ecco quindi che, alla luce di ciò, la cessione di Lozano nella prossima sessione di mercato appare molto difficile. Ecco dunque le parole di Auriemma a proposito.

“Su Lozano va fatta una riflessione importante in termini contabili. L’anno scorso il Napoli lo acquistò dal PSV ed ottenne i benefici del decreto crescita sullo stipendio del calciatore da 4 milioni netti.”

“Invece di pagare il 100 per 100 di tasse, ha pagato solo il 20 per cento ma con la condizione che il calciatore rimanga nel club per almeno due anni. Se il Napoli lo cedesse nella prossima sessione di mercato, dovrà restituire allo Stato il restante 80 per cento di tasse non pagate”.