giovedì, Giugno 13, 2024
HomeSportCalcioNapoli, Lobotka: "La città mi piace molto. La gente lì è fantastica,...

Napoli, Lobotka: “La città mi piace molto. La gente lì è fantastica, sono soddisfatto”

Stanislav Lobotka ha rilasciato una lunga intervista a Forbes lo scorso luglio e ha parlato della sua avventura al Napoli

Lo scorso luglio, il centrocampista del Napoli Stanislav Lobotka ha rilasciato una lunga intervista a Forbes. Il calciatore ha parlato della sua esperienza nel club azzurro, della felicità per la vittoria dello scudetto e, in generale, della sua vita nella città partenopea.

I festeggiamenti per lo scudetto

I festeggiamenti sono stati bellissimi, è difficile descriverli a parole, devi provare qualcosa del genere. I napoletani sono noti per il fatto che per loro il calcio è tutto. È stato fantastico, abbiamo apprezzato tutti l’atmosfera. Lo scudetto lo abbiamo vinto contro l’Udinese, cioè in trasferta. È stato incredibile: i tifosi hanno preso d’assalto il campo, ci hanno portato via tutto, mi hanno lasciato solo la biancheria intima.

Uno teneva una scarpa, l’altro l’altra… Io dico: te le regalo, non c’è problema! Mi hanno quasi strappato le gambe, hanno preso tutto, i parastinchi, la maglia. Dopo tre giorni avevo un’altra partita e ho pensato che non avrei avuto niente con cui giocare! Sono pazzi per il calcio, sono venuti a trovarci nello spogliatoio, erano spontaneamente felici, tutti gridavano. Era un’euforia così primordiale. Poi quando siamo arrivati in hotel, abbiamo festeggiato fuori con i fan, non siamo tornati a casa fino al giorno successivo. Almeno mi hanno lasciato la biancheria intima” ha esordito lo slovacco.

Autovalutazioni

Il calciatore ha un contratto in scadenza con il Napoli nel 2027 e il suo agente, Branislav Jašurek, qualche mese fa dichiarò che il club non l’avrebbe venduto per meno di 40 milioni di euro. Lo slovacco si è espresso umilmente anche su questa questione: “Non lo so… mi valuterei cinque milioni. Tuttavia, il proprietario mi inseguirebbe, ovviamente ha un’opinione diversa al riguardo. Il mercato è semplicemente così: i giocatori vengono venduti per centoventi milioni, che, secondo me, sono già somme terribilmente elevate per un calciatore. Tiene conto anche se sei in nazionale, se hai giocato il Mondiale, la Champions League e così via. Ma non riesco a capire le somme enormi.

La vita a Napoli

Lobotka ha inoltre parlato della sua vita nella città partenopea. Il giocatore ha espresso pensieri più che positivi che l’hanno portato ad accettare subito il rinnovo: “Napoli mi piace molto. La gente lì è fantastica, ho giocato, non avevo motivo di pensare che non sarei voluto restare lì. Ci siamo seduti con il proprietario, abbiamo condiviso le nostre idee e abbastanza rapidamente – sorprendentemente – abbiamo trovato l’accordo. Sono molto soddisfatto.

E su Napoli ha detto: “Devo ancora abituarmi al modo in cui guidano lì. Napoli o ti piace o non ti piace, non c’è via di mezzo. C’è più sterrato, ad esempio sulle strade, il traffico non è l’ideale, ma in compenso mi piace la mentalità, sono amichevoli, quindi modesti. C’è del cibo eccellente, cosa posso fare? Hai Capri, le isole, il mare. Quando ci si incontra alle cinque bisogna chiedere se è l’ora normale o l’ora napoletana. Ci vogliono dai dieci ai quindici minuti. Ci sono abituato, solo che a volte me lo dimentico. Sono pronto alle cinque e scrivo: come va? Hanno tempo, non hanno fretta, non sono stressati. Voglio dire, solo al volante… Ma da come guidano, non ho visto un incidente stradale grave lì. Gli viene insegnato così, a loro non si applicano le regole come dare la precedenza a destra: va chi arriva prima”.

Investimenti

Stanislav Lobotka è uno di quei giocatori che pensa al futuro, soprattutto la pensione. Per questo motivo, lo slovacco ha fatto alcuni investimenti importanti: “Investo circa il 15-20% del mio reddito in fondi di investimento per rendere il denaro redditizio, è anche la mia ‘pensione’ dopo la mia carriera calcistica. Ne investo una parte in immobili in Slovacchia e all’estero. Inoltre, il giocatore ha investito anche nel calcio, in un club di Podbrezová, che milita nella massima competizione slovacca.

Valentina Sammarone
Valentina Sammarone
"Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole si sappia; il resto è propaganda. Il suo compito è additare ciò che è nascosto, dare testimonianza e, pertanto, essere molesto." (Horacio Verbitsky)
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME