Pogba-Juve si può: affare alla “Douglas Costa”

0
Paul Pogba, fonte By Светлана Бекетова - https://www.soccer.ru/galery/966142/photo/619955, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=56962627
Paul Pogba, fonte By Светлана Бекетова - https://www.soccer.ru/galery/966142/photo/619955, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=56962627

L’idea di riportare alla Juventus Paul Pogba stuzzica Beppe Marotta, l’amministratore delegato bianconero due estati fa ha ceduto il francese allo United per 105 milioni di euro, cifra che allora lo fece diventare il giocatore più pagato della storia del mercato, ma ora è pronto a tentare il tutto per tutto per riaverlo in rosa. Marotta conosce le difficoltà dell’operazione ma ha deciso comunque di fare un tentativo, del resto quando di mezzo c’è Mino Raiola tutto può succedere.

L’agente in passato ha già portato a termine trasferimenti del genere, il precedente risale al 2009 quando Zlatan Ibrahimovic si trasferì dall’Inter al Barcellona per quasi 70 milioni di euro e nell’agosto successivo approdò al Milan in prestito con diritto di riscatto fissato a 24 milioni. La Juventus starebbe già pensando alle modalità dell’operazione, l’unica formula percorribile al momento sarebbe quella del prestito (annuale o biennale) con diritto di riscatto, dato che Pogba dopo due anni è a bilancio dei Red Devils per 63 milioni. Un affare stile “Douglas Costa” insomma. L’ostacolo più grande da superare resta comunque quello dell’ingaggio, con il francese che percepisce circa 13 milioni all’anno, quasi il doppio rispetto a Higuain e Dybala. La buona riuscita dell’operazione dipenderà proprio da Pogba, se il giocatore rinunciasse a parte dello stipendio ci sarebbero ottime possibilità di rivederlo a Torino.