Una buona notizia economica: gli italiani hanno meno paura del futuro

0
Fiducia

A settembre l’indice di fiducia dei consumatori sale a 112,7 raggiungendo il livello più alto dal 2003. Per ritrovare un valore più elevato bisogna, infatti, tornare a marzo 2002, quando l’indice fece registrare 104,4.
Sale anche il livello di fiducia delle imprese e i 106,2 punti segnati dall’indice, rappresentano il dato più alto dall’inizio della crisi.
Il rasserenante livello di fiducia registrato dall’ISTAT è il risultato di un’economia in ripresa che, lasciando intravvedere un futuro senza crisi, aumenta la propensione agli acquisti dei consumatori.
Da qualche anno si è tanto parlato di crescita e adesso questa buona notizia dovrebbe far salire consumi, aumentare la produzione delle imprese e tranquillizzare i dati sull’occupazione.
Naturalmente anche i fenomeni positivi vanno sfruttati al meglio, mai contrastandoli e anzi favorendoli con responsabili manovre di governo che alleggeriscano i costi delle imprese e aumentino la disponibilità di spesa delle famiglie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here