Ciro Venerato: “De Laurentiis vuole decurtare del 50% lo stipendio ai giocatori”

0
De Laurentiis
Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis

Il noto esperto di Napoli e di calciomercato, giornalista della RAI, Ciro Venerato è stato intervistato oggi in esclusiva dai microfoni del portale CalcioNapoli24 e ha detto la sua sulla situazione generale del Napoli post ammutinamento. Il giornalista ritiene gravissima la scelta dei giocatori di disertare il ritiro, visto e considerato che si trattava di dormire solamente una notte in più, perché venerdì il ritiro è stato comunque ripreso. Inoltre, Venerato ha rivelato anche un possibile provvedimento durissimo che starebbe prendendo De Laurentiis nei confronti dei calciatori del Napoli.

NESSUN APPOGGIO –Quello che è successo è di una gravità assoluta. I giocatori non hanno nessun tipo di appoggio morale da parte mia. Nulla autorizza a disertare un ritiro deciso dalla proprietà che paga“. Venerato si schiera dunque dalla parte della società, che, dal suo canto si sta tutelando con il legale Grassani per cercare di decurtare del 50% lo stipendio mensile lordo dei propri tesserati.Ho saputo che De Laurentiis sta lavorando spedito per togliere il 50% dello stipendio lordo mensile, compreso del contratto dei diritti d’immagine“. Un quadro pessimo che non fa presagire nulla di buono in vista del match di stasera tra Napoli e Genoa al San Paolo, in cui è prevista un’altra contestazione alla squadra dopo quella avvenuta durante l’allenamento a porte aperte tenutosi in settimana.

RAPPORTI ROTTI – Venerato ha anche analizzato la situazione generale di malcontento dei calciatori: Insigne su tutti, sembra essere scontento della posizione in cui gioca con Ancelotti. “È stato sbagliato non cedere Koulibaly a quelle cifre, non sai mai come vive l’ultimo anno. Lo stesso vale per Allan, lo dissi a gennaio scorso“. È inevitabile che, in ottica mercato, le vendite del brasiliano e del senegalese potrebbero subire un deprezzamento rispetto a una loro probabile vendita nello scorso calciomercato estivo. Le relazioni tra l’allenatore e i giocatori non sono migliori: “In due giorni Ancelotti si è giocato la credibilità e il rapporto con lo spogliatoio. De Laurentiis ha capito che i muscoli di Ancelotti non sono così potenti“.