Yaya Touré per andare all’Inter dovrebbe perdere 11 milioni di euro l’anno

0

Sin da quando è arrivato all’Inter, Roberto Mancini, ha subito espresso una sua preferenza sul calciomercato. Il calciatore che più l’ha fatto innamorare nel corso della sua carriera da allenatore è sicuramente Yaya Touré. L’anno scorso, di questi tempi, alcuni giornali davano per fatto il suo passaggio dal Manchester City all‘Inter, visto che anche l’ivoriano si era trovato benissimo a lavorare sotto la guida del tecnico di Jesi, e inoltre valuterebbe positivamente una nuova esperienza in Italia, paese in cui non ha mai avuto il piacere di giocare. Non essendo riuscito ad arrivare a Tourè, Ausilio ha ripiegato su Kondogbia, trovandosi costretto a vincere l’asta con il Milan ma al caro prezzo di 30-35 milioni di euro o giù di lì. Il problema principale per il quale non è stato possibile portare Touré all’Inter è proprio quello del suo stipendio, visto che il centrocampista ex Barcellona è attualmente pagato in maniera molto profumata dallo sceicco dei Citizens. Attualmente Touré ha un contratto fino al Giugno 2017 a 220mila sterline a settimana (vale a dire circa 277mila euro) che gli valgono a fine anno, bonus compresi circa 15 milioni di euro. Il contratto che offre invece la squadra nerazzurra (secondo quanto riportato dal tabloid inglese The Mirror), un biennale con opzione di rinnovo per il terzo anno è di molto più basso, si parlerebbe di circa 75mila euro a settimana (sempre parlando in termini anglosassoni) che gli andrebbero a fruttare 3 milioni e 600 mila euro annui centesimo più, centesimo meno. Andrebbe cioè a guadagnare 5 volte meno, ovvero un decremento percentuale pari al 76% per una perdita netta annua di 11 milioni e 400mila euro. Touré e il suo agente dovranno fare le loro valutazioni, perché è vero che stiamo parlando di una picchiata incredibile nella sua “borsa paga” ma a maggio l’ivoriano compirà 33 anni e altri contratti onerosi (salvo USA, Emirati e Cina) del genere sarà difficile ottenerli.