Ian Somerhalder e Nikki Reed finalmente genitori!

Dopo il matrimonio avvenuto nel 2015, finalmente la famiglia si è allargata!

0
nikki reed incintà
nikki reed incintà

Fiocco rosa in casa Reed/Somerhalder! Finalmente Nikki ha partorito una splendida bambina.
E!Online ha pubblicato la notizia informandoci che la piccola Bodhi Soleil è nata lo scorso 25 luglio. Due mesi prima i neo-genitori avevano annunciato la notizia sui loro social scatenando la felicità (ma anche l’invidia) di tutti i seguaci.

“Per i nostri amici, la famiglia e il resto del mondo. Nei miei 38 anni in questa terra non ho mai sperimentato qualcosa di più potente e bello di questo. Non riesco a pensare a qualcosa di più emozionante di questo prossimo capitolo e abbiamo voluto che voi sapeste la notizia da noi. Questo è stato il momento più speciale della nostra vita e abbiamo voluto mantenerlo tra noi tre il più a lungo possibile in modo da poter godere di questa cosa tra noi e il nostro piccolo che sta crescendo così velocemente … perché è questo quello che fanno, crescono così in fretta. Grazie per la tua energia. Con amore, Ian”

“Ciao piccolino. Ti conosco, ma solo perché ti sento. Come è possibile amare così tanto qualcuno? Tutto quello che so di sicuro è che questa è la sensazione più forte che abbia mai sentito. Abbiamo condiviso questo corpo per un bel po ‘di tempo, e abbiamo già sperimentato così tanto insieme. Non vediamo l’ora di incontrarti … Con amore, i tuoi genitori”

Proprio la Reed ha rivelato alcune curiosità per Fit Pregnancy: “Abbiamo aspettato mesi per raccontare anche amici e familiari che aspettavamo un figlio. Abbiamo iniziato la gravidanza senza sapere quanto tempo l’avremmo mantenuta privata. Poi abbiamo iniziato a sentirci come se avessimo una cosa veramente bella, un segreto l’uno con l’altro. L’inconveniente era che avevo momenti in cui desideravo di poter fare le cose che stavano facendo altre mamme in stato di gravidanza. Ma l’impressione è stata che abbiamo iniziato il viaggio senza doverlo dire a chiunque altro, e questo lo ha reso speciale. Dopo che il bambino arriverà, faremo un mese di silenzio. Solo noi tre, nessun visitatore, e stiamo spegnendo anche i nostri telefoni, così non ci sarà modo di comunicare. Altrimenti, ogni cinque minuti sarebbe: ‘come ti senti? Possiamo avere una foto?’ ‘Non le avrete per quei primi 30 giorni, e vogliamo essere pienamente presenti'”.

NESSUN COMMENTO