Amici 21, maglia sospesa per Mattia: rabbia per Raimondo Todaro

Il comportamento del giovane ballerino di danze latino americane ha fatto infuriare il maestro Todaro

0
Amici 17
Amici 17

Sono delle ore molto difficili per Mattia, giovane ballerino di danze latino americane e allievo della scuola di Amici di Maria De Filippi. Il ragazzo, infatti, ha dovuto affrontare un Raimondo Todaro parecchio infuriato a causa del suo comportamento. Vediamo cosa è successo e perché gli è stata sospesa la maglia.

Duro provvedimento per Mattia Zenzola

Mattia si è sempre comportato egregiamente all’interno della scuola: mai un ritardo, sempre con il sorriso e ha lavorato duramente. Tuttavia, il maestro Todaro si sta rivelando un grande professionista ma anche molto severo a livello comportamentale e didattico. Più volte ha ribadito ai suoi allievi che se mai avessero fatto qualcosa di sbagliato, li avrebbe puniti senza pensarci due volte; così è stato.

Raimondo, infatti, ha chiesto alla De Filippi di poter incontrare Mattia prima della gara di ballo per comunicargli che gli avrebbe sospeso la maglia. Una volta incontrato negli studi, il maestro ha spiegato di aver assistito di nascosto alla sua lezione con Umberto inerente ad un passo a due affidato anche a Christian, suo amico.

“Mi hai fatto venire un mal di pancia per l’atteggiamento che hai avuto. Tutta la lezione: non ti andava, eri mezzo addormentato, eri indisponente. Non ci si comporta così con professionisti che lavorano per voi. Al posto di Umberto ti mandavo in casetta dopo due minuti, non esiste un atteggiamento del genere. Christian era perfetto, col sorriso, a disposizione, si impegnava. Tu un cadavere. Non ti voglio sentire parlare” ha tuonato Todaro.

L’ira del maestro

Quello che è accaduto, secondo il maestro, è di un’assurdità inaudita e non dovrebbe mai succedere. Raimondo, infatti, ha dichiarato che avrebbe apprezzato sincerità da parte di Mattia e non svogliatezza: “Ti tratto come fossi un figlio. Hai un modo per capire l’errore: te ne stai in casetta una settimana senza lezioni. In puntata non balli, stai seduto, magari fai funzionare il cervello e ti rendi conto di quello che hai fatto. Eri arrogante, spocchioso, indisponente. Non stavi male o eri stanco, era un atteggiamento brutto”.

La reazione di Mattia

Il ragazzo, rientrato in casetta, non ha trattenuto le lacrime e si è confidato con LDA: “Non sorridevo come mio solito. Non c’ero con la testa, ma ho voluto fare la lezione. Manco capire il motivo per cui ero così, è inconcepibile come cosa per me. Mi dispiace, però non penso di meritarlo.