lunedì, Giugno 24, 2024
HomeSpettacoloBuon compleanno alla serie più longeva della storia della televisione: I Simpson

Buon compleanno alla serie più longeva della storia della televisione: I Simpson

Era il lontano 19 aprile 1987 quando andò in onda la prima puntata de “I Simpson“. Sono 30 le candeline che l’amata serie televisiva, ideata da Matt Groening, dovrà spegnere oggi con tutti i suoi fan. I cinque personaggi principali furono creati per una serie di cortometraggi andati in onda durante il “Tracey Ullman Show”. Due anni più tardi, il 17 dicembre 1989, “I Simpson” conquistano la prima serata, diventando una pietra miliare nella storia della televisione. In Italia esce il 24 dicembre 1991 il primo episodio “Un Natale da cani”, in onda su Canale 5.

Secondo la leggenda, Groening pare che abbia realizzato i suoi personaggi, ispirandosi alla propria famiglia. I nomi di Homer e Marge sono gli stessi dei suoi genitori, così come quelli delle sorelle Lisa e Maggie. Bart avrebbe dovuto chiamarsi Matt come il fumettista, ma fu scelto quello che noi tutti conosciamo come anagramma di “brat”, che tradotto significa “monello”. Quest’ultimo rappresenta la figura ribelle che Groening avrebbe voluto personificare, se avesse avuto la possibilità di tornare bambino.

Il cartone animato, nominato per un Golden Globe, ha ottenuto 32 Emmy Awards e 8 People’s Choice Awards. Con la sua irriverenza ha mostrato una spaccato di vita dell’americano medio, rendendosi precettore di profezie divenute realtà. Dall’elezione del Presidente Trump, alla performance di Lady Gaga al Superbowl; dall’invenzione dello smartwatch a quella del correttore automatico. Oltre 100 sono le famose star apparse all’interno della serie TV: Elton John, Meryl Steep, Brithney Spears, solo per citarne alcune.

Da quella piccola idea legata soltanto ai cinque personaggi principali, si sviluppò un vero e proprio mondo giallo. Matt Groening, David Silverman, il regista della serie TV, e gli sceneggiatori crearono l’intera cittadina di Springfield con tutti i suoi abitanti.

Da quel momento in poi “I Simpson” rappresentarono un vero e proprio specchio della società americana. L’esilarante cartone animato mostra senza peli sulla lingua tutti i pregi e i difetti dell’uomo comune. Pur essendo una serie animata, “I Simpson” sono destinati soprattutto ad un pubblico adulto. Hanno avuto e continuano ad avere il merito di lasciar riflettere il popolo sui drammi e i soprusi, da cui costantemente è circondato. Con una intelligentissima nonchalance mista a un forte humor, “I Simpson” denunciano la malasanità, la corruzione nel sistema politico. Si scagliano fortemente contro l’inefficiente corpo di polizia americano; la possibilità conferita a poliziotti negligenti di scegliere fra la vita e la morte di una persona. Si oppongono allo sperpero dei soldi dei cittadini in prostitute e droghe. Per non parlare della posizione dei Simpson contro l’acquisto di armi al supermercato e la possibilità di avere un’arma in casa così facilmente.

Tre decenni di gag del divano che, con una satira mista a comicità, festeggia il suo compleanno su FoxAnimation. Oggi, dalle 16:20 alle 20:30, saranno mandati in onda i dieci episodi più votati dai fan della famiglia gialla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ULTIMISSIME