Come scegliere cuffie e auricolari: guida all’acquisto

0

Scegliere le cuffie giuste non è mai semplice, specie se la tua intenzione è quella di acquistare dei modelli avanzati. Recarsi in negozio per provare delle cuffie o scegliere online il modello migliore per le proprie esigenze, senza competenza alcuna, potrebbe addirittura rivelarsi un’esperienza frustrante. Per questo motivo, la vasta selezione di cuffie e auricolari su Trade Shop Italia è pensata per soddisfare le più svariate richieste.

Formato cuffie e auricolari

Le cuffie e gli auricolari sono disponibili in diversi formati, ma possiamo dividerli in quattro macrocategorie: on-ear, over-ear, in-ear, non in ear (earbuds). Bisogna inoltre distinguere tra cuffie aperte, cuffie semi-aperte e cuffie chiuse.

Cuffie chiuse
Le cuffie chiuse garantiscono un elevato tasso d’isolamento acustico ma possono risultare fastidiose a chi non è abituato a portarle. È il modello ideale se sai di doverle utilizzare in ambienti molto rumorosi o se sai che non le indosserai a lungo, siccome possono affaticare molto l’orecchio. Queste cuffie tendono ad enfatizzare le basse frequenze, riverberi ed effetti musicali.

Cuffie aperte e semi-aperte

Le cuffie aperte garantiscono il massimo comfort ma non riescono ad offrire un buon grado d’isolamento acustico come quelle chiuse. Si può raggiungere un buon compromesso optando per le cuffie semi-aperte, che offrono una buona fedeltà sonora e un buon grado d’isolamento.

Cuffie on-ear
Le cuffie on-ear si caratterizzano per le dimensioni compatte, che le rendono estremamente pratiche: sono piccole e si appoggiano direttamente sopra i padiglioni auricolari, senza coprire del tutto l’orecchio.
Queste cuffie sono anche facilmente trasportabili, l’ideale se si viaggia spesso, e alcuni modelli hanno anche una struttura che permette comodamente di ripiegarle. L’isolamento acustico è però inferiore rispetto a quello delle cuffie aperte, anche se ci sono modelli che utilizzano dei sistemi avanzati per la soppressione dei rumori esterni.

Cuffie over-ear

Le cuffie over-ear sono grandi e permettono di racchiudere tutto l’orecchio, isolando perfettamente i suoni provenienti dall’ambiente esterno senza ricorrere a tecnologie particolari. Rispetto alle cuffie on-ear, però, sono molto più pesanti e di conseguenza difficili da trasportare in giro. Questa tipologia di cuffie è particolarmente indicata per chi intende utilizzarle principalmente in casa, soprattutto per gli appassionati di gaming.

Auricolari in-ear

La maggior parte degli auricolari in commercio è di tipo in-ear, ovvero modelli che s’introducono direttamente nel condotto uditivo tramite appositi gommini intercambiabili che solitamente vengono forniti in tre dimensioni diverse (Small, Medium e Large) per adattarsi ai vari tipi di orecchio.

Auricolari earbuds

Per chi non ama gli auricolari formato in-ear, può optare per il formato earbuds, una tipologia di auricolare che si appoggia solo nell’orecchio senza inserirlo nel condotto uditivo.

Tipologie di cuffie e auricolari: cavo o wireless

Una differenza da tener conto nella scelta di cuffie e auricolari è quella relativa alla tipologia, se wireless o con cavo. Esistono cuffie tradizionali che si possono collegare a computer e smartphone solo mediante l’utilizzo di un cavo, quello classico da 3,5 mm (il cosiddetto mini-jack), o mediante varie tecnologie digitali, come ad esempio: USB per i PC, USB Type-C per gli smartphone e Lightning per i dispositivi mobile Apple.
Ci sono anche cuffie wireless che funzionano senza fili: ad infrarossi, a radiofrequenza (RF) e Bluetooth.

Le cuffie infrarossi sono quelle più economiche, ma hanno un raggio d’azione piuttosto limitato.
Le cuffie a radiofrequenza (RF) hanno un raggio d’azione fino a 100 metri e offrono un’ottima qualità audio, ma sono anche quelle più soggette alle interferenze. Le cuffie Bluetooth sono attualmente le più diffuse. Non sono economiche come i modelli a infrarossi o a radiofrequenza, ma hanno il vantaggio di funzionare con computer, smartphone, tablet e altri dispositivi senza il bisogno di ricorrere a ricevitori esterni.

Anche per quanto riguarda gli auricolari possiamo fare lo stesso discorso. La maggior parte degli auricolari Bluetooth dispone di un cavo che collega l’auricolare destro a quello sinistro (sul quale sono spesso inclusi il microfono e i controlli), ma ci sono anche degli auricolari wireless che non dispongono di alcun tipo di cavo. Fanno parte di questa tipologia gli auricolari true wireless, che vengono venduti insieme ad una piccola scatoletta dotata di batteria, utile anche per il trasporto. I più famosi sono certamente gli AirPods di Apple, che hanno praticamente lanciato questa categoria di prodotto.