Conte insegnante per un giorno: “Realizzo un sogno”

0

Conte: “Fa sempre un certo effetto tornare a Scuola. Il CT questa mattina ha incontrato gli studenti del Sobrero in occasione della festa del centenario del Casale

 

E chi l’avrebbe mai detto che Conte in età adulta avrebbe realizzato un sogno che aveva da bambino. In occasione del centenario dello scudetto del Casale Monferrato. Conte questa mattina ha incontrato gli studenti dell’Istituto Superiore Sobrero, dove per un giorno ha vestito i panni d’insegnate dichiarando:  “Ho sempre avuto lo spirito di insegnare, l’idea di trasferire qualcosa alle persone. Da ragazzo mi divertivo a radunare e allenare la squadra di mio fratello e, quando ho smesso di giocare, avevo già chiaro in testa il percorso che mi ha portato a diventare allenatore”.

Conte ha parlato agli studenti del Sorbero
Conte ha parlato agli studenti del Sobrero

Conte poi ha confessato che già da bambino sognava di far il calciatore, ma anche di laurearsi in scienze motorie: “L’obiettivo da bambino era fare il calciatore e l’insegnante di educazione fisica, obiettivo che ho centrato con la laurea in scienze motorie. Oggi, qui a Casale, riesco a coronare per un giorno il sogno che avevo da ragazzo”.

Sulle sconfitte Conte, che non ha parlato di Nazionale e Juventus, da la sua filosofia. La sconfitta? Da considerare “come la morte apparente”, ma “bisogna accettarla se si è dato tutto”

Nelle ultime ore si parla di un possibile ingaggio a “part-time”di Conte sulla panchina del Napoli in caso della partenza di Benitez sempre più vicino alla Premier. Questa è l’ultima idea di De Laurentis ma da Tavecchio arriva un secco no. No che in parte trova d’accordo i tifosi del Napoli che non perdonano il suo passato bianconero.