Coronavirus, De Luca: “L’Oms si aspetta nuova ondata pericolosa, aumenteremo i posti in terapia intensiva”

Il governatore della Campania in diretta Facebook ha aggiornato i cittadini sulle ultime novità.

0
Fonte: Ansa

L’Italia sta attraversando una seconda ondata del virus, mutata rispetto ai primi mesi di quarantena, con tanti asintomatici e un’età media leggermente più bassa se confrontata con il mese di marzo. Tutta Europa si prepara per evitare un nuovo lockdown e, allo stesso tempo, cercare di contenere i contagi. Vincenzo De Luca, governatore della Campania, ha fatto il punto con i cittadini su Facebook.

LE PAROLE DI DE LUCAVincenzo De Luca, su Facebook, ha parlato di questa situazione e delle ultime dichiarazioni dell’Oms. A tal proposito, l’Organizzazione mondiale di Sanità ha avvertito la popolazione su una seconda e pericolosa nuova ondata tra ottobre e novembre, con tanto di raccomandazioni su distanziamento, mascherine e norme anti-Covid.

“Purtroppo, l’Oms, ieri, ha detto che tra ottobre e novembre si aspetta un’ondata pericolosissima di contagi a livello mondiale. Ancora in queste ore, il mio primo impegno è garantire la sicurezza delle famiglie. Aumenteremo ulteriormente i posti di terapia intensiva disponibili. Nei mesi scorsi abbiamo realizzato in 20 giorni 120 posti di terapia intensiva in preparazione di una nuova emergenza, augurandoci ovviamente che non arrivi mai” ha esordito il governatore della Campania.

Sul fronte scolastico, gli studenti campani torneranno sui banchi a partire dal 24 settembre e per l’occasione De Luca ha dichiarato: “Completeremo entro il 24 settembre, data di avvio dell’anno scolastico in Campania, gli screening ai docenti e al personale non docente.
A tutti i cittadini chiediamo massimo senso di responsabilità e rigore nei comportamenti. Ai mezzi di informazione chiedo di darci una mano nel diffondere pratiche corrette per la prevenzione e il contenimento nella diffusione del virus”
.

Nelle ore precedenti, il governatore De Luca aveva rassicurato le famiglie ma, allo stesso tempo, esortato a rispettare le regole: State tranquilli. Abbiamo garantito e garantiremo la sicurezza delle nostre famiglie, facendo scelte tempestive e coraggiose, anche in vista della riapertura delle scuole. Dateci però una mano ad aiutarvi rispettando le regole. […] Abbiamo tutte le condizioni e le possibilità per farcela ma ci vorrà l’impegno di ognuno. Nostro obiettivo primario è quello di garantire sicurezza ma anche lavoro ai nostri concittadini”.