Covid, Giuseppe Conte: “Se dovesse arrivare un’impennata, zona rossa o misure ancora più restrittive”

0
Fonte: Google Contrassegnate per essere riutilizzate

Il Premier Giuseppe Conte, ai microfoni di Bruno Vespa, ha rilasciato alcune dichiarazioni importanti per capire cosa succederà all’Italia nel nuovo anno. La pandemia è infatti ancora presente, con la variante inglese che presenta una maggiore contagiosità.

Giuseppe Conte ha dichiarato: “Poter affrontare gennaio dosando cum grano salis le misure solo dove necessario tra zona gialla, arancione e rossa”.

“Se dovesse arrivare un’impennata, una terza ondata o una variante che faccia sbalzare l’RT, allora ci troveremmo facilmente in zona rossa o con misure più restrittive. Ma in una situazione come quella attuale forse dovremmo affrontare gennaio-febbraio con una certa tranquillità”.

In caso di un aumento dei contagi in maniera evidente, quindi, l’Italia rischia di ritornare subito in zona rossa durante il mese di gennaio. Per questo sarà fondamentale comportarsi in maniera ‘educata’ durante queste feste natalizie e rispettare le regole previste dall’ultimo DPCM del Governo.

Conte, infine, ci ha tenuto a sottolineare che “con le misure rafforzate per Natale se non arriva una variante o una terza ondata probabilmente ci muoveremo tra zona gialla e arancione“.