Dayane Mello, ecco chi l’ha convinta a restare nella casa del GFVip dopo la morte del fratello Lucas

Ecco cosa è accaduto stando alle parole di Gabriele Parpiglia

0
Fonte: profilo Instagram ufficiale di Dayane Mello

Si infittisce il mistero legato alla partecipazione di Dayane Mello al reality brasiliano La Fazenda. Pare che una sera, complice una festa e alcol, la ragazza abbia subito uno stupro da parte di Nego Do Borel. Attualmente l’ex gieffina non ricorda nulla, ma purtroppo nemmeno la produzione del programma l’ha messa al corrente di quanto accaduto.

GABRIELE PARPIGLIA FA LUCE SULLA VICENDA – Un giornalista che si sta occupando del caso è Gabriele Parpiglia, il quale ha tentato in tutti i modi di contattare Nego Do Borel, senza però riuscirci. Nel suo programma su Live Now, intitolato Bianco e Nero, Parpiglia ha svelato alcuni retroscena sulla morte del fratello di Dayane, Lucas e sulla volontà di lei di voler restare al GFVip.

Assieme ad un’amica stretta della modella, il giornalista ha spiegato “chi ha spinto l’ex gieffina a partecipare a La Fazenda e chi l’ha gestita in questi mesi dopo che lei ha espresso l’intenzione di chiudere la collaborazione con la sua storica manager Paola Benegas”. Ecco cosa ha riportato Biccy.it:

“Voglio svelare una cosa che non abbiamo mai detto su questo caso. QuandoDayane Mello era al GF Vip e purtroppo è accaduta la tragedia della morte del fratello Lucas, lei disse come istinto, che voleva uscire dal gioco. Voleva abbandonare. Ma poi è stata chiamata in confessionale. Ha parlato al telefono con suo fratello Juliano, il quale ha usato uno stimolo preciso per farla restare in gioco.

Le disse che Lucas voleva che lei continuasse e vincesse il programma. Questa frase l’ha detta anche Dayane a La Fazenda qualche giorno fa. ‘Quando ho saputo della morte di Lucas, mio padre e l’altro fratello mi hanno proibito di uscire dalla casa del GF Vip. Mi hanno detto che dovevo restare per mio fratello, perché ci teneva tantissimo”.