Dpcm, questione seconde case: ok spostamenti fuori Regione, ma solo se proprietari o affittuari

A chiarire la questione è stato Achille Variati, Sottosegretario all’Interno

0
Casa di Heidi a Maienfeld
Casa di Heidi a Maienfeld

Molte erano state le lamentele nel corso degli ultimi giorni da parte di chi, anche se proprietario o affittuario di una casa ulteriore a quella del proprio domicilio o residenza, non sapeva se poterla raggiungere o meno in base alle regole del nuovo Dpcm di Giuseppe Conte.

Ebbene in merito alla vicenda si è espresso per fare chiarezza Achille Variati, Sottosegretario all’Interno, a 24 Mattino di Simone Spetia su Radio 24: “Si può sempre, eccetto nelle ore di coprifuoco, tornare nella propria residenza o abitazione”, ha esordito Variati.

“Una seconda casa è un’abitazione e non è esplicitato nel nuovo Dpcm il divieto di andare nella seconda casa purché si tratti di una propria proprietà o ci sia comunque un contratto di affitto, ergo è possibile spostarsi”, ha poi continuato.

Nel decreto precedente, infatti, era esplicitato il divieto di spostamento verso le seconde case. “I prefetti dovranno garantire la più scrupolosa osservanza delle prescrizioni vigenti attraverso mirati servizi di controllo del territorio, soprattutto nelle aree urbane, nei luoghi di transito e lungo le principali arterie stradali”, ha detto Bruno Frattasi, capo di Gabinetto del ministero dell’Interno.