DUOPOP: intervista per la release del nuovo singolo “Piccola stronza”

0

Piccola stronza” è il nuovo capitolo della “saga dell’amore” del DUOPOP: la narrazione sfacciata di una notte popolata da illusioni, che un inaspettato rifiuto fa sfociare in un riff consolatorio e quasi liberatorio. Il nuovo brano del duo milanese, distribuito da ADA Music e prodotto da Luke Giordano, è disponibile su tutte le principali piattaforme digitali e all’interno, inoltre, di “New Music Friday” e “Scuola Indie” di Spotify Italia.

In occasione di questa nuova release abbiamo intervistato i ragazzi per scoprire qualcosa in più sul loro progetto.

Ciao ragazzi, come state? Siete soddisfatti di questa nuova release? Presentatevi ai nostri lettori, chi sono i DUOPOP?

Ciao raga! Noi stiamo benone e siamo davvero gasati e sentimentalmente alleggeriti da quest’ultima uscita. Ci piace pensarci come quella confezione XL di yogurt alla ciliegia che ti consola sul divano un cucchiaino alla volta quando hai il cuore spezzato. In verità DUOPOP è un progetto composto da noi, Dylan e Lumiero, due coetanei stronzelovers di Milano, e da un gruppo di amici e collaboratori esterni che ha abbracciato la nostra vision, nonché abbracciato noi DUOPOP, delusi e sconsolati, quando la situazione lo richiedeva.

artwork piccola stronza

“Piccola stronza” è il vostro ultimo singolo ed è un po’ una provocazione, ci raccontate questo brano?

“Piccola Stronza” è l’ultimo capitolo della saga DUOPOP, nonché una delle ultime canzoni che abbiamo scritto a seguito di quest’estate. Racconta una storia importante per noi, e cioè la sfida del rimettersi in gioco in amore dopo una grande delusione, con tutti i rischi che questa scelta porta con sé. E’ una canzone autobiografica, come sempre, che, come sempre per il DUOPOP, è il quadretto di una situazione sentimentale difficile, che viene demonizzata proprio con la musica.

Come nasce per voi un pezzo? Partite da un concept oppure l’idea parte da un testo/musica?

Spesso, quasi sempre, nelle nostre canzoni parliamo di noi. Di conseguenza, i concept più fighi e di cui più siamo rimasti fieri, tra quelli che abbiamo sviluppato, sono sicuramente quelli legati ad una situazione vera. In particolare, nel nostro processo creativo, una volta trovata questa ispirazione concettuale, partiamo dalla ricerca sonora delle melodie, intasandoci il cellulare di 1000 vocali da cui poi selezioniamo le migliori toplines.

Quali sono gli ascolti che hanno influenzato la creazione di “Piccola Stronza”?

In realtà gli ascolti che più in generale influenzano il nostro processo creativo sono vari e ben diversi tra loro: Lumiero è in fissa persa con il vecchio cantautorato italiano, Dylan con l’indie ed entrambi siamo poi figli e super fan dell’ondata rap milanese del 2016, nonché del pop anni 2000 che girava in radio nelle auto dei nostri genitori. Piccola Stronza, oltre ad essere stata concepita sotto queste influenze generali, è stata anche per alcuni elementi ispirata a RedBone di Childish Gambino.

Cosa potete anticiparci riguardo il vostro futuro artistico?

Possiamo anticiparvi con certezza che ci sarà un duo e farà pop, in quel di Milano Sud.
Il futuro potrebbe riservarci tanta musica, ma per ascoltare intanto la nostra prossima uscita, a partire da Marzo, ci saranno diverse occasioni live a cui venire a trovarci, vedete di non mancare e restate aggiornati sulla silente e misteriosa pagina @duopop.it!

Ascolta qui il brano!