GF Vip, Miriana Trevisan vittima di un’aggressione: “Ho avuto paura”

0
Grande Fratello Vip, fonte: screenshot youtube

Nella giornata di ieri Miriana Trevisan, ex volto del GF Vip, si è ritrovata ad essere vittima di un’aggressione insieme ad Alessandro, il suo migliore amico. Il tutto è avvenuto in un parco, da come raccontato dalla stessa ex gieffina in una diretta.

“Ho avuto paura” – In una diretta la Trevisan ha deciso di raccontare quanto accaduto a lei e al suo migliore amico. I due si trovavano in un parco a Roma, quando la loro tranquillità e stata spezzata dall’arrivo di un uomo visibilmente ubriaco. Lo sconosciuto ha iniziato a minacciarli, lanciando delle bottiglie.

Miriana ha deciso di riportare la vicenda sui social, precisamente attraverso una diretta di Instagram. Da quanto riportato da Biccy.it, la donna ha così raccontato:

“Ciao ragazzi faccio questa diretta perché siamo appena stati aggrediti, io e Alessandro, ci hanno tirato delle bottiglie. Ci trovavamo in un parco. Adesso io voglio cercare di beccarlo questo. Stavamo facendo delle foto e all’improvviso ci ha scaraventato un bidone con delle bottiglie, che ci ha tirato addosso, minacciandoci di andarcene. Mi ha detto cose in inglese che non voglio ripetere e che hanno a che fare con il mio c**o. C’erano anche delle ragazze che praticavano sport. Siamo in un parco e vi mando la zona dove siamo. Ma vi rendete conto cosa succede qui la mattina?”.

Ha poi proseguito: “Ovviamente puzzava di alcol, con una bici ci ha seguiti e abbiamo chiesti aiuto ad un ragazzo che ci ha accompagnati in macchina. Ho avuto paura che mi volesse tagliare con un vetro. Questa è Roma, alle 11 del mattino. Adesso voglio trovarlo, sono nera. Voglio trovarlo, sono arrabbiata. Voglio farlo vedere, mostrarlo. Non so se chiamare la Polizia, perché siamo scappati. C’erano anche dei bambini e si sono spaventati tutti”.

Miriana Trevisan ha così concluso: “Stavamo facendo delle foto ed è assurdo. Questo era con una bicicletta, era completamente imbrattato sporco. Siamo davvero sconvolti. Ci troviamo in via Tiburtina, sono sudatissima, non riesco a respirare per quello che è successo. Ci ha proprio minacciati con delle bottiglie e non è possibile vivere così alle 11 del mattino”.