GFVip, Patrizia De Blanck senza vestiti per sbaglio a Pomeriggio Cinque

La contessa del popolo completamente nuda a Pomeriggio Cinque.

0
Grande Fratello Vip, fonte: screenshot youtube

Il Grande Fratello Vip, condotto da Alfonso Signorini, è iniziato da meno di una settimana e già sta scatenando il caos. In meno di sette giorni, Flavia Vento ha abbandonato la casa a causa della forte mancanza dei suoi cani, Elisabetta Gregoraci non entrerà venerdì per motivi personali e Tommaso Zorzi ha dovuto momentaneamente abbandonare il gioco a causa di sintomi influenzali (ora è rientrato e sta bene).

Tuttavia, la vera protagonista di questa quinta edizione è la contessa Patrizia De Blanck, la quale sta riscuotendo un grandissimo successo soprattutto sui social. La “contessa del popolo” sta facendo tanto parlare di sé, ha già litigato con diversi inquilini e inveito contro le telecamere della produzione. Inoltre, la donna sembrerebbe essere molto incline a linguaggi scurrili che tanto divertono il web.

Tanti sono i video, le gif e le citazioni create proprio per omaggiare la De Blanck, data già per favorita dopo nemmeno una settimana. Iconica la frase a Tommaso Zorzi la prima sera della diretta: “Io non sono una contessa decaduta e tu sei uno str***o!”. Insomma, la contessa non si fa mancare proprio niente.

IN ONDA PER SBAGLIO UN FILMATO DELLA CONTESSA NUDA – In questi giorni, come sempre, Barbara D’Urso nel suo programma Pomeriggio Cinque discute con ospiti e opinionisti i nuovi inquilini e la nuova edizione del GFVip. Tuttavia, durante il dibattito, la produzione lascia sempre aperto il collegamento con la casa. In quel momento era inquadrata proprio Patrizia De Blanck nel suo giardino privato, la quale ignara di tutto si è spogliata completamente nuda.

Tra lo sgomento degli opinionisti e quello di Barbara D’Urso, la produzione ha subito pensato di passare agli altri inquilini della casa, ma ormai il danno era fatto. La contessa del popolo totalmente nuda davanti al popolo stesso, con tanto di video e immagini circolate sul web. Per vedere le immagini, cliccate qui.