Giovane romano ucciso da due suoi amici

0
roma

Un giovane ragazzo di ventitré anni è stato ucciso nel quartiere Collantino di Roma, da due suoi amici.

La causa della morte sarebbe stato l’abbondante mix di alcol e droghe prese durante il festino svolto in casa di uno dei due compagni. Il giovane, diciamo, non ha avuto fortuna nello scegliere gli amici giusti perchè sarebbero stati proprio quest’ultimi ad ammazzarlo. Al momento, secondo gli inquirenti, l’hanno ucciso senza avere un preciso movente.

La polizia romana è stata chiamata, dopo diverse ore dall’accaduto, da uno dei due giovani che preso dai sensi di colpa ha telefonato in centrale dicendo di aver trovato morto l’amico. Questo è uno studente di giurisprudenza fuori corso (29 anni) che ha dato modo ai poliziotti di poter rintracciare l’altro suo complice. Il secondo omicida, un trentenne, si trovava presso un albergo di Roma e lì ha provato a togliersi la vita ma non ci è riuscito. Ora, è in ospedale in buone condizioni dopo aver subito una lavanda gastrica a causa delle pillole ingerite.

roma

Le armi del delitto sono state prelevate a casa del ventinovenne romano e sarebbero due coltelli da cucina e un martello. Queste sarebbero state scagliate sul corpo della vittima in continuazione. L’ipotesi più probabile è che questi ragazzi erano talmente sotto effetti di stupefacenti che hanno perso il controllo della situazione, facendo perdere la vita al loro amico.