Giugliano: branco violenta un ragazzino di 13 anni

0
giugliano
Sindaco di Giugliano, Antonio Poziello.

La violenza è da condannare in ogni sua forma. A maggior ragione, se sono coinvolti i minori. In Campania, è stato accertata l’esistenza di un branco di minorenni in grado di violentare un loro coetaneo.

Siamo a Giugliano e un gruppetto formato da 11 ragazzini ha abusato sessualmente di un giovane, di 13 anni. Si è andati oltre le semplici e conosciute modalità del bullismo. Ormai, i giovani di oggi non ragionano e superano i confini tra il bene e il male, in un lampo. La madre della vittima ha scoperto gli avvenimenti e li ha denunciati. Di lì a poco, la polizia locale ha rintracciato i colpevoli ma alcuni di essi non hanno ancora compiuto 14 anni.

In tutto il paese c’è incredulità e il sindaco, Antonio Poziello, ha dichiarato: “L’episodio portato alla luce dall’indagine dei carabinieri della Compagnia di Giugliano è terribile. Non ci sono parole per commentare. L’idea che a compiere le violenze sia stato un ‘branco’ di minori, di cui due con meno di 14 anni, lascia sgomenti” mentre l’Assessore alla Legalità, Adolfo Grauso,  ha aggiunto:“L’Amministrazione comunale ha intrapreso una serie di interventi ed attività per il contrasto e la prevenzione del bullismo. Ad inizio settimana prossima, la giunta approverà una delibera, cui lavoriamo da tempi, per l’istituzione di uno sportello finalizzato alla prevenzione del bullismo in collaborazione con le istituzioni scolastiche, in particolare con il docente referente per la prevenzione al fenomeno del bullismo”.

giugliano
Sede del Comune di Giugliano.

Nel frattempo, però, i danni sono stati effettuati e bisogna trovare una soluzione per questo tipo di problematica che sta dilagando fra i giovani italiani e non solo. La violenza non porta a nulla di buono e ciò va inculcato nei bambini fin da piccoli.