Donald Trump si scaglia contro i migranti: “Avvelenano il sangue USA”

0
Trump
Foto presa da Wikimedia Commons

Durante il comizio di Durham, l’ex Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump si scaglia contro i migranti di tutto il mondo, definendoli colpevoli di “avvelenare il sangue americano“.

Il muro americano progettato per tenere lontani clandestini

Non è di certo la prima volta che Trump si scagli in maniera violenta contro i migranti. Durante la campagna elettorale del 2016, era stato progettato un muro pensato per tenere lontani i migranti illegali provenienti dall’America Latina.

Trump sposta il suo orientamento politico verso l’estrema destra?

Quello che ha suscitato clamore sono le parole utilizzate da quest’ultimo. Concetti come ‘sangue‘ e ‘veleno‘ non sono mai appartenuti al partito repubblicano e non sono nemmeno stati utilizzati nel trumpismo di otto anni fa. Questo fa pensare che  stia indirizzando la sua campagna elettorale verso l’estrema destra, formata da suprematisti bianchi e neonazisti.

Trump contro tutti?

Otto anni fa i suoi “nemici” principali erano i cittadini dell’America Latina, oggi invece è pronto a dichiarare “guerra” a tutti. Ecco le sue dichiarazioni nel comizio di Durham: “Stanno avvelenando il sangue del nostro Paese. Stanno arrivando nel nostro Paese, dall’Africa, dall’Asia, da tutto il mondo“.

L’America è pronta a chiudere i suoi confini?

Il comizio di Durham si è concluso con la promessa che, qualora Trump vincesse nuovamente le elezioni, inasprirà le leggi sull’immigrazione e chiuderà i confini, rendendo più difficile l’accesso negli Stati Uniti d’America.