Grande Fratello 16: Vladimir Luxuria, si confessa: “Mi ricordo che quando mi sono vista allo specchio mi sono sentita felice”

0
Vladimir Luxuria al Grande Fratello 16, fonte: screenshot youtube

Al Grande Fratello 16, durante la puntata di lunedì, ha fatto il suo ingresso nella casa Vladimir Luxuria. A pochi giorni dalla sua entrata, l’ex parlamentare si è confidata con i concorrenti, parlando del suo passato travagliato.
Ha raccontato del momento in cui ha compreso di essere una donna, parlando anche della reazione della sua famiglia agli inizi.

Già in passato, con la sua confessione, la Luxuria ha aiutato molti ragazzi e ragazze che si sono rivisti in lei. Da anni si batte per la comunità LGBTQ, riconosciuta come una delle attiviste più apprezzate di sempre. All’interno della casa, l’opinionista è partita nel raccontare quando ha capito di essere donna:

“La prima cosa è accettarsi. I miei genitori all’inizio non l’hanno presa bene, ma li capisco. Io però ho avuto le mie sorelle e le mie amiche che mi hanno sempre aiutata. Mia sorella Laura mi prestava i suoi vestiti. Mi ricordo che quando mi sono vista allo specchio mi sono sentita felice. Ovviamente lo facevo di nascosto. Poi ho provato a farlo anche fuori. A 14 anni ho preso un vestito di mia sorella, l’ho nascosto e in una cabina telefonica mi sono cambiata e mi sono truccata. Poi ho affrontato la strada. Cercavo di capire dagli sguardi delle persone se mi avevano capita o mi stavano disprezzando. Ho iniziato a sentire gli insulti. Alcuni la prendevano come una sfida. Ho ricevuto anche botte. Non voglio fare la vittima. Adesso è tutto superato. Avevo anche una sorta di mappa della città, sapevo dove poter passare e dove no”

Ha poi continuato con la sua confessione, rivelando:

“Secondo me le mamme lo sanno sempre, anche se fanno finta di non saperlo. Chi ti porta in grembo arriva a capire. Una volta stavo su una panchina della piazza della mia città, e avevo abiti femminili. Passarono mio padre con un amico, e fece cenno a mio padre dicendo ‘guarda quel ric****ne’. Mio padre ha girato lo sguardo e mi ha vista. Mi sono freddata. Poi sapevo che dovevo tornare a casa e affrontare la cosa. Non riuscivo a camminare. Salgo a casa, apro la porta, e sento le urla di mio padre e mia madre che stavano litigando, incolpandosi l’uno con l’altro. Io mi sentivo responsabile dell’infelicità di coloro che mi avevano messo al mondo, che mi avevano dato da mangiare e fatto crescere. Allora per un periodo ho anche evitato di comportarmi in un certo modo perché non volevo farli soffrire”

Con commozione, Vladimir ha, infine,  chiuso il suo racconto affermando:

“A tavola noi non parlavamo. Sentivi solo il rumore delle forchette e dei coltelli. Non vedevo l’ora che il piatto finisse per chiudermi nella mia cameretta. Per poi sentirmi sola al mondo, senza futuro, pensando di farla finita. Avevo anche un barboncino di nome Dolly. Nei momenti più neri il suo sguardo mi dava conforto. E per fortuna avevo le mia sorelle”

La storia del difficile passato di Vladimir Luxuria ha commosso sia gli inquilini che i telespettatori del Grande Fratello.