Il PSG omaggia Maradona ma è bufera su Icardi: sorriso beffardo nella foto commemorativa

0
icardi wanda
Mauro Icardi con la moglie-manager Wanda Nara. Fonte Youtube

La morte del “Pibe de oro” non deve averlo scosso più di tanto. Mauro Icardi è nuovamente nella bufera dopo lo scatto con cui il PSG ha voluto rendere omaggio al più grande calciatore di tutti i tempi recentemente scomparso per un arresto cardiocircolatorio a soli 60 anni. Una foto che appena apparsa sugli account social del club parigino ha sollevato reazioni veementi da parte degli utenti a cui non è sfuggito un particolare singolare.

I social non perdonano e soprattutto non dimenticano. Che tra Diego Armando Maradona e Mauro Icardi non fosse mai corso buon sangue era cosa rinomata. L’ex ct dell’Argentina aveva in più occasioni bastonato il bomber di Rosario per il comportamento tutt’altro che solidale avuto nell’affair Wanda Nara-Maxi Lopez. L’attacco aveva investito l’ex centravanti nerazzurro dopo le parole tutt’altro che al miele del “Diez“.

Ai miei tempi, se uno avesse guardato la donna di un compagno, l’avremmo picchiato a turno. Per me Icardi è un traditore. Va a casa (di Maxi Lopez ndr), gioca a fare l’amico e poi gli soffia la donna. Questo è tradimento. Ai nostri tempi ci saremmo alternati a prenderlo a pugni”. Versione rincarata anche da Carlitos Tevez con un perentorio: “Gli avremmo spezzato le gambe”, ma minimizzata da Icardi con un indolente: “Io faccio quello che voglio”. 

Da allora i due non si sono mai più parlati ecco perché il particolare  sul viso di Icardi non è passato inosservato. In moltissimi, nonostante la qualità non eccelsa della foto hanno notato comparire sul volto dell’ex nerazzurro un sorriso davvero ben poco in linea con il momento di raccoglimento con cui il resto del club omaggiava Maradona.

Nello scatto Icardi, Di Maria e Mbappé reggono la bandiera dell’Argentina, mentre Paredes ha nella mani la maglietta dell’Albiceleste, a testimonianza della vicinanza della squadra all’idolo deceduto improvvisamente l’altro ieri. Eppure, mentre tutti i giocatori hanno un’espressione contrita, quello che si distingue su Icardi è un ghigno che davvero poco ha di ossequioso.