Inter, Conte fa infuriare tutti. Rossi: “Per parlare così, ha già un’alternativa…”

0
Antonio Conte, allenatore dell'Inter
Antonio Conte, allenatore dell'Inter

Le parole di Conte continuano a far discutere e gettano scompiglio in un ambiente che aveva ritrovato fiducia e convinzione da vendere all’alba del secondo posto in campionato. Purtroppo non è la prima volta che il leccese decide di scagliarsi in maniera così violenta contro la propria dirigenza. Una abitudine che, il più delle volte, lo ha portato poi ad abbandonare in corsa le proprie squadre.

Conte doppia sé stesso e subito scatta la rabbia generalizzata tra i tifosi e i sostenitori dell’Inter. Era successo al Bari, così come alla Juventus e poi al Chelsea. L’allenatore, a risultato ormai acquisito, non lesina accuse ai propri manager che diventano per lui gli unici colpevoli di promesse mancate e obiettivi andati in fumo. Una condotta che non fa onore a chi, al primo anno coi meneghini, è riuscito a sfiorare il colpaccio ed è ancora in corsa per l’Europa League.

I social hanno iniziato a ribollire contro il mister quando ancora la conferenza stampa era in corso. Una ondata di sdegno è montata in pochi minuti e a fare da cassa di risonanza ci hanno pensato anche volti più o meno noti dell’entourage nerazzurro. Ultimo in termini di tempo il giornalista e opinionista tv, Gianluca Rossi, volto celebre di Telelombardia.

Il tifoso dell’Inter, a mente fredda, ha voluto far sentire la sua voce e in una diretta tv ha così argomentato il fattaccio: “Conte ha qualcosa in mano. Per andare alla rottura in questo modo, Conte ha sicuramente in mano qualcosa. Ne sono assolutamente convinto. Non so se sia il Barcellona, non so se sia il Psg, non so se sia un clamoroso ritorno alla Juve perché qui ne abbiamo viste di tutti i colori. Ma per rompere in questo modo, ha senz’altro qualcosa in mano”.

Accuse gravi ma ben piazzate. Il giornalista non si fa pregare e continuando chiosa: “Non so cosa deciderà Suning. Un’azienda normale ti caccia il giorno stesso dopo un’uscita come quella. Ma il calcio è un mondo non normale e l’Inter, nel calcio, è la meno normale di tutte. Il sogno di Conte è quello di alzare l’Europa League e andarsene facendo vedere a tutti quanto è bravo e che è riuscito a vincere”. Sarà addio dopo solo un anno sulla panchina nerazzurra?