Inter, niente riscatto del PSG per Icardi. Nel futuro dell’argentino c’è il Real!

0
Mauro Icardi, fonte Flickr
Mauro Icardi, fonte Flickr

Per Mauro Icardi di allontana l’ipotesi di un riscatto da parte del PSG al termine di questa stagione. Il bomber argentino, nonostante le buone prove offerte con i parigini, molto probabilmente tornerà a Milano dopo il prestito al club di Tuchel. Tuttavia il suo soggiorno sotto alla Madonnina non durerà troppo a lungo. Su di lui, voci insistenti dalla Spagna parlano di un offerta ormai imminente da parte del Real Madrid, pronto a investire su Maurito a costo anche di cedere una pedina fondamentale dello scacchiere di Zidane.

L’avventura al PSG non finirà prima di maggio ma per Icardi è già tempo di tirare le somme sull’esperienza affrontata in riva alla Senna. Diciannove gol in 28 match non sono un bottino esiguo ma questo non basterà per guadagnarsi il riscatto alla fine dell’anno. Tuchel lo reputa un membro importante del team ma poco affine al suo metodo e lontano dalle richieste che rivolge quotidianamente ai suoi attaccanti.

Una prima bocciatura è arrivata qualche settimana fa, quando il tecnico tedesco dichiarava: “Icardi è un grande goleador ma diventa importante per la squadra solo davanti alla porta. Non partecipa alla costruzione del gioco e i compagni non fanno affidamento su di lui quando c’è da manovrare la palla“. Più o meno le stesse accuse che Conte e Spalletti prima di lui gli rivolgevano già all’Inter.

Ci prova la Juventus

Per qualche tempo si era paventata anche la possibilità di un riscatto-ponte da parte del PSG (che può acquisire il suo cartellino per appena 70 milioni di euro) che poi lo avrebbe girato alla Juventus in cambio di Miralem Pjanic. Le trattative tra Paratici e Leonardo sembravano essere anche ben avviate, salvo poi la inaspettata marcia indietro dei francesi che ha spiazzato il DS bianconero.

Niente PSG, futuro al Real Madrid

Ora sembra il Real Madrid il club più interessato al talento sudamericano che sembra aver chiuso ogni possibilità di dialogo con i nerazzurri già da tempo. Zidane lo vorrebbe al centro del suo attacco merengues e per farlo sarebbe addirittura disposto a sacrificare il talentino croato Jovic, approdato in Spagna appena qualche mese fa. Per ora Marotta non si sbottona più di tanto ma se ne continuerà a parlare almeno fino al 30 giugno.