ESCLUSIVA-Kateryna Gryniukh:”L’esperienza a Masterchef è stata veramente indimenticabile”

0
Kateryna Gryniukh
Kateryna Gryniukh

In esclusiva per Dailynews24 la concorrente di Masterchef Italia 7 Kateryna Gryniukh.

Ci racconti chi è Kateryna Gryniukh
Nasco nel 1993 a Mageriv in Ucraina e vivo a Salerno con mio marito. Sono laureata in Ingegneria elettronica, ma sin da bambina sogno di diventare una grande Chef! Sono timida, ma anche molto solare, curiosa, con tanta voglia di imparare, anche se ho un carattere a volte un po’ pesante e difficile da capire.
La passione per la cucina nasce con me: sin da piccolissima aiutavo mia madre a cucinare, vivendo in una fattoria con tanti animali e una famiglia molto numerosa. È da mia madre che ho appreso i primi insegnamenti sulla cucina.

Come mai hai deciso di partecipare a “Masterchef Italia 7”? Ci racconti questa tua esperienza?
Veramente se fosse stato per me non ci sarei andata, perché avevo molta vergogna di entrare a far parte di un programma televisivo. Ad iscrivermi è stato mio marito, che ha sempre creduto in me.
Ed ha fatto bene.
L’ esperienza a Masterchef è stata veramente indimenticabile. Ci sono stati momenti in cui  mi sono sentita davvero brava, e momenti in cui sono stata in crisi, momenti di gioia e momenti di tante lacrime.
Durante ogni prova cercavo sempre di divertirmi, anche se c’erano  prove molto difficili io cercavo di mettere tutta la mia passione in ogni piatto.
Mi piacevano tantissimo le prove in squadra, dove potevo divertirmi insieme con ai miei compagni d’avventura, dove i nostri piatti erano apprezzati dagli altri, dove c’erano urla di gioia.
Mi piaceva essere stanca, mi piaceva essere carica di grinta, mi piaceva tutto di Masterchef.

Da quale dei giudici hai imparato di più? Qual è stato quello più severo secondo te?
In realtà tutti i giudici sono davvero molto bravi, li ho trovati molto umani e dei veri professionisti!
Posso dirvi che, dalla chef Antonia Klugman e dallo chef Antonino Cannavaciolo ho imparato veramente tanto, non solo di cucina ma anche a livello umano. Loro rimangono nei miei ricordi e saranno sempre un grande esempio per me.
Li vedo forti, determinati e nello stesso tempo sono molto sensibili.

Hai un piatto forte? Qual è il piatto, che hai cucinato a “Masterchef “, di cui vai più orgogliosa?
Sì, ce l’ho un piatto forte, è un piatto del mio paese on il quale sono cresciuta è si chiama “Borsch”. Il Borsch è una zuppa, che si fa con la carne, patate, barbabietola, panna acida, e tanti altri ingredienti tipici Ucraini.

Invece, il piatto che ho fatto a Masterchef di cui sono davvero orgogliosa è l’antipasto della finale. Li ho fatto un piatto al profumo di bosco che amo moltissimo. L’ho chiamato “la mia infanzia”, ed ho usato il Temolo che è un pesce di acqua dolce, cotto a bassa temperatura sotto le lampade, i funghi finferli, miele di pino, acetosa e le erbe aromatiche che provengono dal bosco.

Quali sono le sue passioni?
La prima è sempre la passione per la cucina e per la natura, la seconda è lo sport.
Infatti mi piace tantissimo correre in mezzo il bosco ed allenarmi in palestra.
Posso dire che mi piace essere sempre impegnata e sempre in movimento.

Che rapporto ha con i social network?
Diciamo che prima di partecipare a Masterchef non ero molto connessa coi social, ma dopo il programma mi sono dovuta rendere più attiva. Ora sto cercando di gestire tutti i miei profili, cerco di rispondere a tutti i miei fans e cerco di pubblicare le mie creazioni, perchè ci tengo tanto conoscere i loro pensieri sui miei piatti.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
In realtà ho tanti sogni nel cassetto, ma quello che desidero di più è un ristorante tutto mio, dove potrò fare lo chef e creare dei piatti come fanno tutti i grandi chef del mondo, compresi i giudici di Masterchef.

Quali sono i suoi progetti futuri?
Di progetti ce ne sono tantissimi.
Prima di tutto devo studiare tantissimo, fare moltissima pratica nei ristoranti, allenarmi sempre di più e credo che dopo tanto lavoro su di me, tanta pratica e tanto studio, potrò perseguire il mio grande sogno.

Ci lasceresti una ricetta, facile, da poter essere replicata dai nostri lettori?
Risotto ai spinaci e porro, accompagnato con stracciatella e vongole.

Ingredienti per 4 persone:

  • Riso Carnaroli 240 gr,
  • Porro 100 gr,
  • Spinaci 500gr,
  • Vongole 40gr,
  • Stracciatella 200gr,
  • Vino bianco 50 ml,
  • Peperoncino q.b,
  • Burro 70gr,
  • Parmigiano 70gr
  • Lime, Sale, pepe, olio

Procedimento:
Per prima cosa tritare il porro e farlo appassire in una padella con un filo d’olio. Una volta appassito frullarlo e metterlo da parte.
In una pentola con acqua bollente e salata cuocere gli spinaci per 30 secondi, toglierli dalla pentola e immergerli in acqua e ghiaccio. Quando gli spinaci si sono raffreddati frullarli per bene con un filo d’olio, finchè non diventeranno una crema e lasciatela da parte.
In una padella, con uno spicchio d’aglio e un po’ di peperoncino, aprirte le vongole, sgusciarle e conservatele in acqua di cottura già filtrata.

In una padella tostare il riso a secco, aggiungere il porro frullato e sfumare con il vino bianco. Quando il vino è evaporato aggiungere poco alla volta il brodo vegetale (mi raccomando il brodo deve essere sempre bollente). Prima di terminare la cottura del riso aggiungere mezzo mestolo di acqua delle vongole che è stata conservata prima, la crema di spinaci, però non tutta, l’altro po’ che è rimasta la conserveremo per decorare il piatto e aggiustarlo di sale e pepe. Quando il riso risulta cotto toglierlo dal fuoco e mantecare con il burro freddo e il parmigiano.
Impiattare in un piatto a piacere, con sopra il risotto, mettere le vongole, la stracciatella e la crema di spinaci rimasta. Finire il piatto con la scorza di lime grattugiata e qualche foglia di spinacio cruda.

 

Gallery Kateryna Gryniukh