La “solar bike” ancora più green

0

DANIMARCA- Già esempio di mobilità ecosostenibile, la bici è diventata ancora più green. E’ stato messo a punto il prototipo che ricarica la sua batteria attraverso dei pannelli solari inseriti nei raggi delle ruote.  Il progetto danese permette la ricarica la batteria, nascosta nel telaio, della bici elettrica quando è ferma;i pannelli solari ne alimentano il motorino quando è in momento. I costi sono così ridotti.

E’ stata realizzata da Jesper Frausing, ha una velocità massima di 50 km/h e un’autonomia di 70 km. Ancora non si pensa al lancio sul mercato.

Le stesse caratteristiche sono proprie della bici solare tutta made in Italy, che sarà in commercio da giugno al costo di 7000 euro. La Leaos Solar Bike sarà disponibile in due modelli: da 25 e 45 km/h e sarà completamente personalizzabile con vari accessori. Nella dotazione standard c’è già antifurto, Gps, display e luci di posizione: ecco spiegato il prezzo non accessibile a tutti. leaos solar bike made in italy

L’inventore della Solar Bike italiana, l’altoatesino Armin Oberhollenzer, spiega: “L’utilizzatore non deve fare nulla per attivare la ricarica solare: su un display si può leggere l’energia generata e lo stato della batteria e se talvolta l’energia solare non dovesse essere in quantità sufficiente si può facilmente passare alla carica da fonti di energia tradizionali che consentono un’autonomia complessiva di novanta chilometri’.