Linkedin, 13 milioni di multa per spam.

0
Linkedin, 13 milioni di multa per spam.
Linkedin spamma e gli USA sanzionano salatamente.

Linkedin, famoso social network, dovrà pagare 13 milioni di dollari agli utenti per risolvere una Class action in Usa causata dallo ‘spam’, cioè dalle email non autorizzate in cui ha invitato i contatti dei suoi utenti a collegarsi alla piattaforma.Causa del tutto è la funzione “Add connections”, con cui l’utente dà al social l’accesso ai propri contatti e l’autorizzazione a invitarli su LinkedIn a proprio nome.

In parole povere, i contatti di un utente di LinkedIn ricevono una email in cui l’utente dice di voler rimanere in contatto sul social. LinkedIn invia quindi altre due mail promemoria, spiegando che l’utente è in attesa di una risposta. Secondo i giudici Usa, la piattaforma non sarebbe stata autorizzata a inviare i messaggi di sollecito.

LinkedIn ha sempre respinto le accuse, poco dopo ha aggiornato le informazioni su “Add connections” per specificare l’invio delle due email. Ha spiegato la società “abbiamo deciso di risolvere il caso in modo da poterci concentrare su ciò che conta di più: trovare ulteriori modi per migliorare l’esperienza dei nostri membri”.