Manifestazione per il clima, Claudio Borghi twitta la risposta del figlio: “No, vado a scuola”

Il politico leghista racconta la vicenda familiare legata alla manifestazione contro il surriscaldamento globale. Non sono mancate le polemiche.

0
Fonte screenshot

La manifestazione per il clima ha raccolto moltissimi consensi soprattutto da parte dei giovani, i quali hanno seguito l’esempio della sedicenne svedese Greta Thunberg, candidata al nobel per la pace. Sono tante le città italiane ad aver aderito alla protesta, suscitando non poche polemiche.

Non tutti, però, hanno aderito alla causa preferendo di gran lunga andare a scuola. Il politico leghista Claudio Borghi ha raccontato sul suo profilo Twitter un simpatico episodio avvenuto con suo figlio. Scrive Borghi: «Vedo mio figlio uscire con la cartella e gli faccio: “oggi non vai a fare la manifestazione?” Lui mi guarda da sopra gli occhiali con mezzo sorriso “e certo… andiamo in piazza così scende la temperatura. Ma ti rendi conto? No grazie vado a scuola», il tutto coronato con il ridente appellativo “idolo“.

Questo tweet ha suscitato la rabbia di chi alla manifestazione ci crede per davvero. «Be’ Claudio, questa te la potevi risparmiare. Un movimento globale senza colori politici e per una causa sacrosanta. Manifestare per chiedere ai politici di fare di più (e stavolta l’Italia è tra i virtuosi) non è un obbligo ma chi decide di farlo merita rispetto e ammirazione.» risponde un utente. La risposta del politico, ovviamente, non si è fatta attendere e con un italiano colorito ha sottolineato di aver riportato semplicemente un episodio accaduto dentro casa sua.

Il senatore leghista, salvandosi in calcio d’angolo, ha deciso di raccontare sul social anche lo scambio di battute avvenute con la figlia, la quale ha accolto con piacere la richiesta dell’attivista svedese. «Anche mia figlia è appena tornata senza cartella, ha manifestato e mi ha detto: “ehi papà, lo so benissimo che è tutta una montatura mediatica ma se i giovani dimostrano di avere a cuore l’ambiente male non fa”. Ok.»

Borghi chiude il post con un sintetico “Ok”, forse non molto soddisfatto della scelta della ragazza. A quanto pare il leghista di “verde” ha solo il colore politico.