Milan, non più Rosso-Nera, ma solo in Rosso!

0

Dal bilancio è stato reso noto che il Milan ha un debito di ben 91,3 milioni nel solo anno 2014.

ecco le parole di Adriano Galliani

“Dal 2013 il Milan cammina con le sue gambe e non può godere del vantaggio fiscale derivante dalla controllante – le parole dell’ad Adriano Galliani pronunciate a Casa Milan durante l’assemblea degli azionisti -. Anche l’intero stipendio dell’allenatore esonerato fino al 2016 (Seedorf, ndr) è stato tutto spesato nell’esercizio di bilancio 2014.  E’ stato redatto un bilancio con criteri non ricorrenti. Con i criteri degli anni scorsi il passivo sarebbe stato di 46,4 milioni di euro, in linea con una stagione priva di qualificazione in Champions League”.

“Ricordo che noi dal 1999 a oggi abbiamo fatto 13 volte la Champions League e un anno fa facevamo la Champions League. Allegri ha fatto un primo, un secondo e un terzo posto in campionato e per quattro volte ha superato i gironi di Champions League. Mi sembrano buoni risultati. L’anno scorso nel girone di ritorno abbiamo fatto 35 punti che non sono pochissimi. Quest’anno le cose non stanno andando bene.

I paragoni fra Milan di Farina e di Berlusconi mi sembrano ingenerosi dopo 28 trofei. La storia rimane. Inoltre Fininvest copre tutte le perdite e le copre anche per i piccoli azionisti. Più di quello che Fininvest fa per il Milan nessuno lo ha mai fatto. So che quando vinci pensi di vincere sempre, ma nel calcio quando vinci smetti di vincere e quando perdi smetti di perdere. Certamente ci sono delle operazioni estive di mercato da fare e cercheremo di farle”.

“Posso assicurare che la cosa che più preme a Silvio Berlusconi è il bene del Milan – ha ribadito Galliani agli azionisti -. Se mai si dovesse arrivare a una cessione, cosa tutt’altro che certa, sarà per il bene del Milan”.

FONTE http://www.ilsole24ore.com/

GALLIANI
GALLIANI