Mou: attento al Mago

0

“Ci sono due tipi di allenatori: quelli che sono stati esonerati e quelli che lo saranno.”
Parola di Ben Philip.
Lo avessero detto allo Special One, a inizio stagione, avrebbe risposto con una delle sue solite battute taglienti e spiritose, adesso, invece, avrebbe ben poco da replicare.
Si perché, dopo dieci giornate di Premier, il suo Chelsea ha raccolto la miseria di undici punti, ed è al quindicesimo posto, uno sotto lo Stoke City, non certo una corazzata, e che sarà il suo prossimo avversario.
È senza dubbio la peggiore partenza della sua carriera, mai gli era capitato di fare così male. Del resto prima o poi è toccato a tutti di essere esonerato, persino ai più grandi, ma c’è da scommettere che Mourinho si doveva essere convinto che a lui non sarebbe successo mai.
Abramovich gli ha dato l’ultimatum. Cinque giorni, Stoke City e soprattutto Liverpool.
Il Liverpool di Jurgen Klopp, che pure ha esonerato Brendan Rodgers, ma che in classifica sta messo assai meglio della banda Mou.
L’ultima volta che si sono incrociati, era la stagione 2012/2013, il Mago di Magonza allenava il Borussia, Mourinho il Real Madrid, finì 4 a 1 per il tedesco.
Era la semifinale di Champions, il Real sognava la Decima e a Mourinho fu fatto capire che non lo avrebbero esonerato, non è nello stile Real, ma che era ora di cambiare aria.
Questa volta Klopp non ha Lewandowski, ma per affondare questo Chelsea potrebbe bastargli Coutinho.