Mugello in rosso: a Dovizioso anche le FP2 della MotoGP

0

Il Mugello si tinge di rosso e si prepara a saltare al segnale delle Ducati.

Anche oggi pomeriggio a farla da padrona è stata la Desmo di Dovizioso che ha strappato il miglior crono di giornata dopo un Lorenzo martellante e ingordo.

Anche Màrquez ha tentato di tornare nei suoi vecchi panni ma la leadership non è durata quanto sperato, tra Lorenzo e Dovizioso infatti si sono spartiti la parte più grossa della preda lasciando poco più che briciole ai rivali.

Peggiora leggermente Rossi, protagonista anche di un dritto nella ghiaia senza conseguenze, che precipita in nona posizione riuscendo ad aggiudicarsi, anche oggi, un posto provvisorio nelle Q2.

A quanto pare, a patto che domani non faccia il miracolo, andrà in Q2 Pedrosa che oggi è stato più volte inquadrato mentre parlava coi meccanici e il dissenso era chiaro sul suo volto.

Questa Honda, se con Màrquez fa progressi, con lui è ancora una bella gatta da pelare ma la cosa positiva è che il braccio continua a non dare fastidio.

Grande ripresa per Aleix Espargarò che, anche se soffre, è riuscito a risalire in top10. Rimane invece costante Iannone che lotta anche lui più con il dolore che con la sua moto.

Nonostante questo problema Iannone comunque è rimasto saldamente in quarta posizione precedendo Smith e Crutchlow.

Il miglior crono di Dovizioso non è solo un caso: nella classifica delle velocità le Desmo hanno il dominio assoluto addirittura Barberà con la vecchia GP14 ha raggiunto i 350.1 km/h!

L’evoluzione Ducati è confermata anche da Pirro e Petrucci, wild card e pilota satellite, che sono fuori dalla top10 ma hanno un passo gara degno dei loro colleghi qualche fila più avanti.

Per domani c’è tanta attesa per Michele Pirro che porterà in pista la D16 con il motore evoluzione.

Piccola caduta per Laverty fortunatamente senza conseguenze.